menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Predappio Legend, trionfa Enrico Ottaviani

Al termine di tre prove divertenti ed entusiasmanti per incertezza ed equilibrio, Enrico Ottaviani su Lancia Delta S4 Proservice si aggiudica la prima edizione della Predappio Legend,

 Al termine di tre prove divertenti ed entusiasmanti per incertezza ed equilibrio, Enrico Ottaviani su Lancia Delta S4 Proservice si aggiudica la prima edizione della Predappio Legend, gara disputata sui tornanti che da Predappio portano a Rocca delle Caminate sabato 21 e domenica 22 luglio. Il pilota di Roncofreddo bissa così il successo del Rally Città di Forlì conquistando anche il Trofeo “Ilario Bandini”, precedendo di 49 centesimi Daniele Ravaioli, fuori categoria con la sua monoposto prototipo VST3. Completa la tripletta di piloti romagnoli Arturo Alessandrini su Osella PA9 motorizzata Honda, giunta con 6 secondi e 13 centesimi di ritardo.

Enrico Ottaviani è stato l’unico a scendere sotto i 160 punti nel ranking finale (il suo tempo migliore è stato quello della seconda manche, e così anche per gli altri due). Solo lui, infatti, ha completato il percorso in meno di 2 minuti e 40’, con Ravaioli alle spalle di poco.

Sui 18 tornanti del bellissimo percorso i concorrenti hanno potuto dar libero sfogo alla loro passione sia sabato nelle prove cronometrate sia domenica in gara, mostrando il meglio delle rispettive vetture. Sul percorso si è presentata una significativa rappresentanza della storia delle quattro ruote: a partire dalle 2 Bandini (una “Saponetta” 750 e una Formula Junior), passando poi a Lancia, Porsche, Alfa Romeo, Chevrolet, Zagato, Renault, Osella, BMW, Mini, ecc.
La gara è stata per tutti una festa di sport e un intenso weekend di passione motoristica. E importanti sono stati anche gli eventi collaterali, come lo spettacolo dei migliori drifters italiani che ha accompagnato gli intervalli fra le manches, le degustazioni di prodotti tipici e lo spettacolo musicale di sabato sera. L’idea di mettere insieme varie forme di show in un mix che possa interessare un pubblico eterogeneo si è rivelata un’idea vincente.

Il folto pubblico che ha popolato il percorso ha permesso inoltre di raggiungere anche un buon esito sul fronte della solidarietà con la raccolta di fondi a favore dell’IRST, Istituto Romagnolo di Ricerca e Cura dei Tumori, cui andrà in beneficenza parte del ricavato dalla vendita dei biglietti.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento