rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

Unieuro in riserva, ma anche Verona non scherza. Melvin Johnson a rischio

A Verona, battuta all’andata 67-65, i biancorossi sono chiamati ad una prova di carattere per cancellare le sconfitte di Faenza e quella casalinga con Cagliari

Reduce da due ko consecutivi l’Unieuro Forlì va a caccia del riscatto su uno dei campi più difficili del girone. A Verona, battuta all’andata 67-65, i biancorossi sono chiamati ad una prova di carattere per cancellare le sconfitte di Faenza e quella casalinga con Cagliari. Altra settimana non semplice per coach Valli sul fronte allenamenti, con Rino De Laurentiis (in recupero) e Melvin Johnson alle prese con l’influenza. Fermi ai box i giovani Samuel Dilas e Michele Tremolada. Verona arriva al match con Forlì dopo aver visto interrompersi al Pala Dozza una striscia di 9 vittorie consecutive. "Stiamo attraversano un periodo di scarsa brillantezza dovuta alle assenze di qualche giocatore a causa degli infortuni - afferma il general manager Renato Pasquali -. Sono sicuro che chi sarà della partita domenica darà il suo meglio, pur sapendo che giocheremo contro quella che è probabilmente la squadra più atletica del girone e sarebbe stato opportuno presentarci nella miglior condizione fisica".

Qui Verona

Settimana complicata per l’infermeria gialloblù. Già confermata l’assenza di Mattia Udom, durante gli ultimi giorni hanno accusato problemi Severini (attacco influenzale), Henderson (schiena) ed Amato (mano sinistra). I tre dovrebbero recuperare. Intervallo riservato al basket femminile all’AGSM Forum; sul parquet di Verona sfileranno le ragazze della società Alpo Basket, capolista in Serie A2.

"La classifica suggerisce contro Forlì, ad oggi, uno scontro diretto con una vicina competitor - commenta coach Luca Dalmonte -. Squadra ben allenata con organizzazione e una distribuzione di ruoli ben definita. Roster equilibrato e ‘camaleontico’. Il perno di questa caratteristica la garantisce Lawson: funzionale nel ruolo di 4 per la sua taglia nel gioco interno, efficiente perché la sua doppia dimensione giocando nel 5. Sarà importante per noi sviluppare una buona esecuzione di inizio e trovare un equilibrio tra attaccare secondo le nostre caratteristiche e muovere la palla per avere il coinvolgimento da parte di ogni singolo". "Sicuramente Forlì arriverà a Verona molto agguerrita dopo la sconfitta subìta in casa contro Cagliari con un divario di 20 punti - dice Omar Dieng  -. Altrettanto lo siamo noi, dopo la lezione di Bologna; vogliamo rialzarci subito anche grazie all’aiuto del nostro pubblico che potrà essere l’arma in più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unieuro in riserva, ma anche Verona non scherza. Melvin Johnson a rischio

ForlìToday è in caricamento