Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

Unieuro, Tommaso Oxilia e la canotta numero 23: "Sono qui per crescere"

L'ala ligure (è nato 20 anni fa a Loano, in provincia di Savona) indosserà la canotta 23, numero che ha reso celebre in Nba un certo Michael Jordan

E' una stagione molto importante per me". Tommaso Oxilia si è presentato così ai nuovi tifosi dell'Unieuro Forlì 2.015. L'ala ligure (è nato 20 anni fa a Loano, in provincia di Savona) indosserà la canotta 23, numero che ha reso celebre in Nba un certo Michael Jordan. "Arrivo in una squadra con progetti ambiziosi e con la fiducia del general manager Pasquali e di coach Giorgio Valli - ha esordito -. Le prospettive sono ottime per crescere, darò sempre il 110 per cento per questa maglia". Oxillia ha confessato di aver parlato dalla fine del campionato scorso con Valli ("mi conosce bene e mi ha fatto esordire a Bologna"). Quindi ha confessato: "Sono sempre stato attratto dalle grandi piazze e avendo giocato negli ultimi due anni contro Forlì so che questa lo è. Sono davvero contento di essere qua".

"E' uno dei giovani più interessanti d'Italia - ha esordito Pasquali -. Ha le qualità e le motivazioni per essere quel giocatore che completa diverse situazioni tattiche: è bidimensionale, sia perimetrale che dentro l'area e il suo dinamismo può mettere in difficoltà qualsiasi avversario da 4. E' una delle pedine che ci permette di parlare di programmazione, con due anni di contratto e la speranza di averlo qui a lungo. So che è un grande lavoratore, confidiamo molto in lui". Parole al miele anche da Riccardo Pinza, socio della Fondazione Pallacanestro Forlì 2.015 e "tifoso" di Oxilia già da qualche anno: "Giovane, pluridimensionale, scuola Virtus, forte fisicamente e tecnicamente preparato. Siamo molto contenti di averlo con noi, tra l'altro le sue ultime prestazioni con la Nazionale Under 20 dimostrano a maggior ragione la bontà della scelta. Sarà un giocatore molto importante in questo campionato". 

Presente all'incontro anche assessore allo Sport del Comune di Forlì Sara Samorì, ch,e dopo aver ricordato il suo legame con Pallacanestro Forlì 2.015 ("è un pezzo della mia storia e della mia esperienza amministrativa, aver contribuito a rifondare questa società è uno dei punti più importanti di questo mandato"), si è rivolta direttamente a Oxilia: "Questa è una piazza molto bella, importante e partecipata, che esprime una passione davvero senza confini. Posso immaginare quanto sia entusiasmante per te cogliere questa occasione. In questa esperienza sentirai tutto il calore dei tifosi forlivesi, hai un'opportunità ma anche una grande responsabilità perché è lo sport più seguito a Forlì. Faccio un applauso alla Fondazione e alla società, che guarda avanti. Quando guardo a voi penso siate la cosa di cui posso andare più orgogliosa". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unieuro, Tommaso Oxilia e la canotta numero 23: "Sono qui per crescere"

ForlìToday è in caricamento