menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rigore non fischiato in Inter-Parma: i vertici arbitrali fermano Piccinini

L'ingegnere edile è incappato sabato in una serata no: chiamato a sostituire in Inter-Parma l'arbitro Luca Pairetto, infortunatosi nel corso riscaldamento, al minuto 67 non ha fischiato un calcio di rigore per l'Inter

Cartellino giallo per l'arbitro forlivese Marco Piccinini. L'ingegnere edile è incappato sabato in una serata no: chiamato a sostituire in Inter-Parma l'arbitro Luca Pairetto, infortunatosi nel corso riscaldamento, al minuto 67 non ha fischiato un calcio di rigore per l'Inter (trattenuta di Balogh su Perisic), ammonendo Ranocchia per proteste. Contemporaneamente il var Fabio Maresca non è intervenuto. L'errore è capitato mentre il match era sul punteggio di 2-1. Giusta la decisione di annullare al 52' a Ranocchia in fuorigioco.

Secondo quanto riportato da "La Gazzetta dello Sport", i vertici arbitrali hanno valutato negativamente la prestazione dell’arbitro forlivese e del Var. Anche Rizzoli, designatore Aia, ha ammesso l’errore a Sky affermando che il Var avrebbe dovuto intervenire. Si profila quindi uno stop per entrambi. Complice lo stop di metà mese per gli impegni delle nazionali, sia Piccinini che Maresca potrebbero tornare in campo solo a dicembre e forse in un match di Serie B.

In difesa del forlivese si è schierato l'ex arbitro e designatore, Paolo Casarin, intervenuto ai microfoni di GazzaTalk: "Va difeso, perchè prima di tutto è un giovane arbitro. In quella partita ha sostituito l'arbitro Pairetto che si era fatto male durante il riscaldamento e forse era impreparato psicologicamente. Il corso della partita è divenuto difficile e superiore alle sue qualità". Nella trasformazione digitale che sta interessando il mondo arbitrale, ha evidenziato Casarini, "non dobbiamo fare fuori gli arbitri giovani".

Piccinini tra gli arbitri più stimati nella massima serie. Nella stagione 2019-2020, la prima in pianta stabile in serie A dopo esser stato promosso in Can-A, l'ingegner edile ha diretto 16 match di campionato e due di Coppa Italia, tirando fuori per 90 volte il cartellino giallo, per tre quello rosso, mentre solo in una circostanza ha espulso un giocatore per doppia ammonizione. Nella stagione 2020-2021 è sceso in campo cinque volte, tre in serie A (Juventus-Sampdoria, Benevento-Inter e Inter-Parma), una in Coppa Italia (Torino-Lecce) e una in Serie B (Pisa-Monza).

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento