Edera Triathlon protagonista a Cesenatico: nella staffetta vittoria con dedica al compianto Nello Parisi

"Ci tenevamo a vincere - è il commento del gruppo della staffetta -. La nostra vittoria è frutto dei suoi insegnamenti, di ciò che Nello ha sempre trasmesso a chi lo circondava"

Ottima prova per gli atleti dell’Edera Triathlon Forlì, protagonisti nella due giorni di gare tenutesi a Cesenatico sabato e domenica scorsa. Sabato al via gli atleti iscritti alla distanza Sprint con tracciato di 750 metri di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa, nella cornice del lungomare di Cesenatico. Buona presenza di pubblico ad applaudire i concorrenti della triplice disciplina che ha visto al via 5 portacolori ederini.

Miglior risultato quello ottenuto dalla più giovane del gruppo, Giulia Medri, alla sua seconda esperienza nel triathlon dopo la vittoria nella gara di esordio a Faenza a fine luglio ed in grado di ripetersi anche a Cesenatico salendo sul gradino più alto nella categoria S1. Brava Giulia, 14 esima assoluta con il tempo di 1 ora e 21 minuti. Buona prova anche per Casadei Stefania reduce da un ottimo 3°posto al campionato regionale di Cross Triathlon corso il primo settembre a Marina Romea. In campo maschile ottima prova per l’inossidabile Claudio Strinati , da 20 anni coi colori dell’Edera Triathlon e per tutti “il capitano” che ha completato la prova al 50esimo posto assoluto con il tempo di 1 ora 11’ 33’’ , terzo nella categoria M3. Buone le prove di Matteo Greppi, 26esimo assoluto (1h08’18” per lui) e Paolo Vallicelli (1h18’35” il suo tempo).

Domenica mattina si è ripetuto, ma su distanza doppia, la classica distanza olimpica con 1.5 chilometri di nuoto, 40 chilometri di bici e 10 chilometri di corsa. Sette atleti al via per l’Edera Triathlon. Per i portacolori forlivesi miglior crono per Cristian Ravaioli, che ha chiuso la prova in 2h09’51 , 40° assoluto in una gara di alto valore agonistico con oltre 400 atleti al via. A seguire buona prova per Giuseppe Caboni, Matteo Manzi, Mattia Valmaggi ed ancora Claudio Bondi, Fabrizio Zattini e Alessandro Talamelli. Per Talamelli, Valmaggi, e Manzi ultimo test in vista del prossimo impegno che li aspetta tra meno di 15 giorni al via dell’Ironman di Cervia.  Nella mattinata al via anche la prova a staffetta, gara atipica che prevede il cambio di testimone fra tre atleti, uno per disciplina, che coprono le stesse distanze previste per la prova di Triathlon Olimpico. 

Per l’Edera, formazione inusuale ma di sicuro valore, composta da Cavallaccio Luca nella frazione in acqua, Matteo Montaguti nella frazione ciclistica e Raiti Alessandro per la prova di corsa. Ottimi riscontri per i forti atleti che dopo una prova combattuta con un testa a testa con la formazione Brm Team, hanno tagliato il traguardo al primo posto con il tempo totale di 1h 53’36”. 22’ per Cavallaccio, poco più di 53’ il tempo per Montaguti, miglior tempo assoluto per coprire i 40 chilometri di un percorso nervoso e 34’54” per Raiti per chiudere a braccia alzate i 10 chilometri finali. Ad attendere il forte podista, gli altri compagni di squadra in festa per il successo e felici di poter dedicare la vittoria a “Nello“, amico, atleta ed allenatore, scomparso prematuramente quest’anno. I ragazzi hanno poi commentato: "Ci tenevamo a vincere. La nostra vittoria è frutto dei suoi insegnamenti, di ciò che Nello ha sempre trasmesso a chi lo circondava. Il suo amore per lo sport  e la voglia di non arrendersi mai anche quando sembrava impossibile ottenere il massimo". 

Giulia Medri-2

staffetta-2

gruppo gara Olimpico 1-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

Torna su
ForlìToday è in caricamento