Rugby, tour de force nel fine settimana per l'Er-Lux RF79

La Gencom RF79 Under 18 ha affrontato sabato pomeriggio i pari età inglesi uscendo dal campo sconfitti in maniera netta (45 a 12 per gli ospiti il finale)

E' stato un week end di rugby intenso per la Prima Squadra e per l'Under 18 biancorossa sul terreno amico dell'Inferno Monti, che ha dato importanti indicazioni agli staff tecnici sul lavoro svolto e su quanto ancora c'è da fare. La Gencom RF79 Under 18 ha affrontato sabato pomeriggio i pari età inglesi uscendo dal campo sconfitti in maniera netta (45 a 12 per gli ospiti il finale), ma la squadra allenata da Coach Temeroli Marco ha messo in mostra molte cose interessanti e nella prima frazione di gioco ha sempre tenuto il campo in maniera positiva e propositiva, mettendo in pressione continua gli avversari e menando le danze per lunghi tratti.

La differenza è venuta alla distanza complice, soprattutto, un dislivello fisico non indifferente che ha portato i giovani forlivesi a dover spendere molte energie per contenere le poche folate offensive degli ospiti. Il punto di rottura del match si è avuto a 7 minuti dalla fine del primo tempo quando la Gencom RF79 Under 18 ha perso in attacco un pallone di ottima qualità ed il velocissimo secondo centro inglese ha portato il pallone fino a 5 metri dalla linea di meta. Dal punto d'incontro la palla è arrivata veloce all'ala della parte opposta che ha schiacciato in meta e con la seguente trasformazione gli inglesi si sono portati a quota 14. Alla ripresa del gioco e sempre il centro inglese ha infilato come burro una stremata difesa forlivese per schiacciare in mezzo ai pali e siglare il 21 a 7 con cui si è conclusa la prima frazione di gioco.

I forlivesi fino a quel momento, trascinati da un incredibile Capitan Ghetti, erano riusciti a pressare nei loro 22 gli ospiti e ad impattare l'incontro con una meta di ottima fattura del rientrante Nilapaka, il quale segnava anche la seconda meta a risultato ormai acquisito dagli ospiti. Ottimi, comunque, segnali per coach Temeroli che ha visto nei nuovi arrivati del 99 un'ottima personalità ed una interessante voglia di far bene. Positivo il rientro dall'infortunio di Nilapaka che, oltre ad aver segnato due mete, ha difeso in mezzo al campo come sempre cercando di recuperare più palloni possibile. E' mancata l'organizzazione nelle fasi statiche, ma la cosa preoccupa marginalmente lo staff tecnico dato che è un area ancora non lavorata in questa prima fase di stagione dove si è preferito l'amalgama fra i due gruppi, quello dei veterani e gli entranti, e la preparazione fisica.

SENIOR - Buono ed intenso week end di lavoro per la Prima Squadra Er-Lux RF79 che ha svolto 3 allenamenti ed una partita in meno di 48 ore. Il tour de force voluto dal Coach Temeroli Paolo e dalla preparatrice atletica Pasini Francesca ha evidenziato pro e contro di questa prima parte della stagione ed ha dato ampie indicazioni sulla strada da seguire da qui al 17 ottobre quando inizierà il campionato. L'incontro con il Città di Castello, vinto per 36 a 12, disputato domenica mattina dopo una serie di allenamenti faticosi ha dato forti segnali allo staff tecnico e se da un lato si sono avuti riscontri interessanti sull'inserimento dei giocatori arrivati in estate e su alcuni ruoli chiave che risultano ancora da coprire, dall'altro ha fatto registrare una mancanza di disciplina impressionante (25 calci contro) ed anche uno stato di forma non proprio ottimale come è, comunque, giusto che sia così in questa fase della stagione. Molto positivo l'impatto dato alla squadra dai giovani '97 messi in campo con la meta di Ancona a coronare questo positivo inserimento.

A segno anche Nanni, Biondo, Berti, Di Bello e Rossi, con quest'ultimo autore di una meta capolavoro con una fuga iniziata dentro i propri 22 e conclusa con la raccolta del pallone sempre da parte dell'anziano pilone forlivese dopo un suo calcio a seguire rimbalzato sul palo e tornato in campo. Ad arrotondare lo score 4 punti al piede di Di Bello e 2 di Ragaglia. Particolare attenzione, comunque, verrà messa sull'aspetto della disciplina perchè con le punizioni contro subite oggi in campionato potrebbero scattare cartellini gialli pesanti ed in un girone estremamente corto ed equilibrato come quello in cui è inserita l'Er-Lux RF79 potrebbero risultare determinanti. Alla fine dell'incontro, svolto prima sotto un sole cocente, poi sotto un diluvio universale, comunque sono più i segnali positivi che quelli negativi raccolti dall'entourage biancorosso e domenica prossima, al Romagna Day, si misureranno i miglioramenti ulteriori che si registreranno questa settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

Torna su
ForlìToday è in caricamento