Rugby, Forlì piega Imola dopo un match sempre in bilico

I biancorossi scendono in campo determinati, ma Imola, praticamente all'ultima spiaggia, non concede alcun varco agli attacchi forlivesi

Nove risultati utili consecutivi e nove vittorie tutte col bonus. Il Rugby Forlì 1979 piega l'Imola Rugby al termine di un incontro vibrante, col punteggio sempre in bilico e che regala al folto pubblico presente sulle tribune dello Stadio del Rugby Inferno Monti, uno spettacolo che
ricorderanno per parecchio tempo. I biancorossi scendono in campo determinati, ma Imola, praticamente all'ultima spiaggia, non concede  alcun varco agli attacchi forlivesi e riesce ad installarsi nella metà-campo forlivese a ridosso della linea dei 10 metri.

In una delle poche sortite biancorosse nella metà campo ospite i padroni di casa guadagnano un penalty che Di Bello (oggi 3 su 6 per lui) spedisce in mezzo ai pali, subito però imitato dal calciatore imolese per il 3 pari che segna il tabellone dopo 10 minuti di gioco. Imola ha in mano il pallino del gioco per i primi 25 minuti dell'incontro e ne approfitta per mettere a segno altri 10 punti con un altro calcio di punizione ed una meta in prima fase che poi viene anche trasformata. Al 25' il risultato è, dunque, 13 a 3 per gli ospiti. Ospiti che potrebbero allungare, ma anche il piede del calciatore imolese non è ben caldo ed altre due punizioni vengono calciate fuori dai pali. Gli Aquilotti Biancorossi si scuotono e in una delle poche accelerazioni che riescono a mettere in piedi nella prima frazione di gioco portano in meta il centro Nanni che finalizza un'azione in più fasi e che ridà verve all'attacco forlivese.

Gli ospiti mettono a segno ancora un calcio, ma Forlì, all'ultima azione, marca ancora con l'altro centro Cerchier abile a trovare il varco giusto dopo una serie di punizioni giocate velocemente.
Il primo tempo, dunque, si conclude col punteggio di 13 a 16 per gli ospiti. Nell'intervallo il tecnico forlivese cerca di correggere qualche piccola imperfezione ed i primi 10 minuti della ripresa sono un monologo forlivese che si concludono con la meta di Ruffilli che schiaccia in bandierina finalizzando la più bella azione biancorossa della giornata. Sardone lascia il posto a D'Agostino al 47' e la Terza linea Berti viene spostata in seconda. La mischia forlivese non riesce a trovare il giusto assetto e soffre più del dovuto consegnando diversi palloni in mano agli ospiti i quali si riportano in vantaggio con due calci di punizione (55' e 59') così a 20' dalla fine il tabellone segna Forlì - Imola 18-22.

Iniziano le sostituzioni da ambo le parti e l'ala Ruffilli lascia il posto a Massi. Al 62' Cerchier trova la seconda meta di giornata e finalizza un'azione giocata sulla velocità e la trasformazione di Di Bello portano di nuovo Forlì avanti nel punteggio: 25 a 22. Menegazzi prende il posto di Magnani come tallonatore (63') mentre qualche minuto dopo Di Bello viene toccato duro e deve lasciare il posto a Gordini, mentre D'Agostino viene dirottato primo centro. Giardini centra un'altra punizione a 9 dal termine ed i padroni di casa si portano così a +6. Rossi e Leoni entrano per Lanzarini e Berti, mentre Imola prova disperatamente a rientrare in gara attaccando a testa bassa. Per un paio di occasioni i forlivesi si salvano isolando il portatore ospite costringendolo al fallo, ma dopo 10 minuti di assalti capitolano ed Imola segna in bandierina giocando velocemente una punizione che fortunatamente per i biancorossi non viene trasformata. Quando tutti si aspettano (84') il fischio finale l'arbitro decreta un ulteriore minuto di recupero che viene giocato da entrambe le formazioni con la spia della benzina in rosso fuoco. Giardini riesce a recuperare un pallone insidioso piazzato dietro la prima linea difensiva dall'apertura imolese e lo spedisce in tribuna e così il direttore
di gara El Harchi, che ha avuto sicuramente giornate migliori, manda tutti al Terzo Tempo.

Una gara al cardiopalma che spedisce Forlì, anche in virtù dello scivolone di Faenza a Castel San Pietro, a +4 in classifica e che fa sprofondare Imola in quarta posizione a -12 dalla vetta. I forlivesi hanno giocata una gran partita rientrando in gara ogni volta che parevano essere tagliati fuori e risollevandosi dopo ogni marcatura ospite. A Forlì sono mancati i punti al piede dei calciatori biancorossi ed anche la disciplina non è stata il piatto forte del menù forlivese con 18 punizioni concesse. "La nostra partita è stata buona, con qualche sbavatura,  ma con tanto carattere. Sarebbe stato doloroso perdere avendo segnato 4 mete e subite solo 2 ed abbiamo lottato con tutte le nostre forze affinchè questo non accadesse. I ragazzi che sono scesi in campo oggi hanno dimostrato che meritano di lottare per la vetta della classifica ed ora andiamo ad affrontare Faenza prima di concederci un mese e mezzo di meritato riposo. Nomi non sono solito farne perchè il nostro è un gioco di squadra, ma oggi voglio menzionare Cerchier, Grisolini e Lanzarini per l'enorme mole di lavoro offensivo e difensivo fatto" è la disamina del tecnico forlivese. Domenica prossima, per la seconda giornata di ritorno, i forlivesi andranno a Faenza per quello che sarà l'ultimo incontro del 2013.

Formazione: Giardini, Benvenuti, Nanni, Cerchier, Ruffilli (54 Massi), Di Bello (66 Gordini), Lombardo, Berti (72 Leoni), Pezzi, Roncuzzi, Grisolini, Sardone (47 D'Agostino), Asirelli,
Magnani (63 Menegazzi), Lanzarini (71 Rossi). NE Cornacchia. ALL: Zuccherelli.

Marcatori: Cerchier 10 punti (2 mete), Di Bello 5 punti (1 trasformazione, 1 punizione), Nanni 5 punti (1 meta) Ruffilli 5 punti (1 meta), Giardino 3 punti (1 punizione).

Note: Giornata fredda, ma soleggiata. Terreno in perfette condizoni. Nessun cartellino. Spettatori 150 circa.

SERIE C
Rugby Castel S.Pietro - Faenza Rugby: 29 - 28
Rugby Club S.Marino - Cesena Rugby 1970: 10 - 24
ER-Lux Rugby Forlì 1979 - Autosica Imola Rugby: 28 - 27
Misano Rugby - Ravenna RFC: 3 - 42
Meldola Rugby - Rimini Rugby: 10 - 47

CLASSIFICA
45 ER-Lux Rugby Forlì 1979
41 Faenza Rugby
34 Cesena Rugby 1970
33 Autosica Imola Rugby
33 Rugby Castel S.Pietro (-4)
20 Ravenna RFC (-8)
18 Rimini Rugby
6 Misano Rugby
5 Rugby Club S.Marino (-8)
-12 Meldola Rugby (-12)

FEMMINILE
SENIOR

Nella tappa di Coppa Italia andata in scena a Colorno le MoccioSenior si presentano in formazione ampiamente rimaneggiata prive di Capitan Zajac, Homedje, Stoppa, Bellavista e del pilone Maran. L'inizio è da incubo e Piacenza fa un sol boccone delle forlivesi (alle quali viene aggregata Bartoletti dall'Under 16) e così il primo incontro termina 35 a 0 per le emiliane. Nel secondo match pare ripetersi il copione e Formigine si porta avanti per 10 a 0. La reazione forlivese è di cuore ed alla fine, con le mete di Lamberti Chiara, Bartoletti (doppietta) e Scozzoli, le biancorosse riescono a ribaltare il punteggio vincendo per 20 a 15. Nell'ultimo incontro Imola cerca di approfittarne e vuole portare a casa il match, ma la performance forlivese è convincente e Soglia e Bartoletti (altra doppietta) regalano il 15 a 5 finale che porta le ragazze in seconda posizione nella classifica di giornata. Una domenica di sofferenza dove il premio Donnina del Match viene assegnato senza dubbio a Beatrice Soglia che rimane in campo fino alla fine nonostante un problema fisico e che al termine del match crolla al suolo stremata. Ora per le ragazze un po' di pausa e si rientrerà in campo a Formigine il 26 gennaio.
Formazione: Scozzoli (Cap), Soglia, Milandri, Lamberti Chiara, Giannetti Erica, Camagni, De Nicola, Bartoletti. ALL: Zuccherelli-Guidi Marcatori: Bartoletti 20 punti (4 mete), Scozzoli 5 (1 meta), Soglia 5 (1 meta), Lamberti Chiara 5 (1 meta).

RISULTATI
Forlì - Piacenza 0-35
Formigine - Imola 15-15
Forlì - Formigine 20-15
Imola - Piacenza 0-30
Piacenza - Formigine 45-0
Forlì - Imola 15-5

CLASSIFICA di Tappa
Piacenza 15
Forlì 9
Formigine 3
Imola 2

CLASSIFICA GENERALE
1* Forlì 44
2* Piacenza 36
3* Imola e Formigine 28
5* Ancona 20
6* Ravenna 8
7* Pellerossa 4

UNDER 16
Continua la striscia positiva per le Mocciosette Biancorosse che non perdono da oltre un anno (ultima sconfitta l'11 novembre 2012, 400 giorni di imbattibilità) e che hanno inanellato una incredibile serie di 35 risultati utili consecutivi. Nella nebbia di Colorno le biancorosse piegano la resistenza di Colorno (30 a 5), Formigine (25 a 0), Castel San Pietro (25 a 5) e Ferrara (20 a 0), mettendo in mostra un gioco corale che premia gli sforzi fatti durante gli allenamenti, anche se l'esecuzione dei gesti spesso lascia il tempo che trova. Mattatrice di giornata e Donnina del Match sicuramente è Capitan Lamberti Laura che, oltre a segnare 8 mete, riesce a gestire il gioco offensivo della squadra al meglio ed insieme all'altro mediano De Thomasis riescono spesso a mandare il pallone negli spazi dove le gambe di Milandri fanno la differenza. La vittoria nella tappa odierna lancia le forlivesi in testa alla classifica a quota 48 punti. Ora un po' di riposo prima di tornare in campo il 26 gennaio a Formigine.
Formazione: Lamberti Laura (Cap), Leoni, Giannetti Margherita, Milandri, Lolli, De Thomasis, Agnoletti, Baruzzi. ALL: Zuccherelli-Guidi
Marcatori: Lamberti 40 punti (8 mete), Milandri 25 (5), De Thomasis 20 (4), Agnoletti 10 (2), Leoni 5 (1).

RISULTATI:
Forlì-Colorno 30-5
Formigine-Castello 10-0
Colorno-Ferrara 20-20
Forlì-Formigine 25-0
Forlì-Castello 25-5
Formigine-Ferrara 5-10
Forlì-Ferrara 20-0
Castello-Colorno 5-25
Castello-Ferrara 15-25
Formigine-Colorno 5-15

CLASSIFICA di Tappa
Forlì 20
Colorno e Ferrara 11
Formigine 3
Castello 0

CLASSIFICA GENERALE
1* Forlì 48
2* Formigine e Ferrara 34
3* Colorno 24
4* Alfonsine 0

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento