rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Rugby, il Forlì batte Cesena e balza in testa alla classifica

Domenica positiva per gli Aquilotti Biancorossi che vincono il derby e riabbracciano la vetta della classifica approfittando del passo falso della capolista Faenza sconfitta a Ravenna

Domenica positiva per gli Aquilotti Biancorossi che vincono il derby e riabbracciano la vetta della classifica approfittando del passo falso della capolista Faenza sconfitta a Ravenna. I biancorossi si presentano al calcio d'inizio senza Berti e Roncuzzi e con Asirelli, Santinicchia e Gentili in non perfette condizioni fisiche. Il primo tempo è estremamente equilibrato con una supremazia nel gioco da parte degli ospiti che sporcano tutte le rimesse laterali ai forlivesi e li mettono in seria difficoltà nei punti d'incontro.

Forlì dalla sua gode di una supremazia evidente nelle mischie ordinate e l'incontro che ne viene fuori è avvincente ed emozionante. Cesena è più fallosa ed al 25' un giocatore ospite viene spedito nella panca dei puniti. I padroni di casa, nonostante subiscano l'iniziativa degli avversari, hanno due ghiotte occasioni da meta, ma la scelta tattica sbagliata nel momento cruciale non consente di sbloccare il punteggio. Solo al 30' Di Bello toglie lo zero dal tabellone con un calcio di punizione. Qualche minuto dopo vengono spediti due giocatori, un cesenate e Pezzi, nella panca dei puniti per reciproche scorrettezze, unico momento caldo in un derby teso e sentito che comunque non è mai andato fuori dalle righe. La prima frazione si conclude dunque tre a zero per i padroni di casa.

Alla ripresa il tecnico Zuccherelli sostituisce Sardone con Pashollari e la rimessa laterale ne trae giovamento. Forlì attacca decisa ed al 47' è il pilone Grisolini, autore di un'altra partita eccezionale, a marcare la prima meta di giornata che, col piede di Di Bello, porta i biancorossi sul 10 a 0. Al 50' Valgiusti, D'Agostino e Gordini lasciano il campo per Zaccariello, Roffilli e Asirelli e la mischia biancorossa viene ridisegnata con Grisolini spostato in seconda linea e Roffilli numero 8. Purtroppo la disciplina non la fa da padrona fra i forlivesi ed al 52' Asirelli viene mandato fuori per 10 minuti per placcaggio pericoloso. Gli ospiti ne approfittano e marcano la meta che li riporta sotto nel punteggio ed al 55' il tabellone è 10 a 7 per il Rugby Forlì 1979.

L'incontro è ancora equilibrato ed i due tecnici provano a cambiare le carte in tavola inserendo dalla panchina forze fresche ed i biancorossi cambiano Magnani per Menegazzi al 60', mentre due minuti dopo è Santinicchia a rilevare Cerchier. La svolta dell'incontro al 64' quando Asirelli, appena rientrato dalla panca dei puniti dove nel frattempo è stato spedito un altro cesenate, finalizza una splendida azione multifase depositando l'ovale oltre la linea bianca e col piede di Di Bello si vola sul 17 a 7. Forlì attacca per segnare ancora, ma i cesenati riescono a contrastare ogni pallone e vanno vicino alla marcatura un paio di volte con la loro arma migliore ovvero il gioco chiuso attorno ai raggruppamenti e le maul avanzanti. Al 67' Di Criscio incredibilmente trova un varco ben lanciato da Mori, ma al momento di schiacciare

la meta perde la palla in avanti. I padroni di casa difendono con le unghie e coi denti e piano piano risalgono il campo.

Al 70' Massi rileva Gentili mentre qualche minuto prima era stata ridisegnata la linea dei trequarti con Benvenuti apertura, Giardini secondo centro, Nanni ala e Di Bello estremo.

Su un capovolgimento di fronte gli Aquilotti Biancorossi trovano la terza meta di giornata con Mori ma dopo il calcio sbagliato da Di Bello l'ottimo Imbriaco fischia la fine e manda tutti al Terzo Tempo. L'incontro è stato molto equilibrato e Forlì non è riuscita ad esprimere il bel gioco messo in mostra nelle ultime uscite a causa dell'ottima pressione nei punti d'incontro degli ospiti e l'assenza di palloni di qualità ha inceppato l'ingranaggio dell'attacco forlivese. "Abbiamo sofferto tantissimo nelle pulizie e nelle rimesse laterali, mentre in mischia siamo andati molto bene conquistando turn-over, punizioni e persino rubando qualche tallonaggio ad una mischia rognosa come quella cesenate. Fuori ci siamo giocati almeno due superiorità numeriche che ci avrebbero permesso di agguantare il bonus offensivo ed anche il gioco tattico al piede non è stato all'altezza della situazione. Però nonostante non sia stata la nostra performance migliore abbiamo portato a casa la partita ed i ragazzi si sono goduti il trionfo della Coppa Bidet" è la prima analisi del Coach forlivese.

"A fine partita è arrivato il risultato di Ravenna e grazie a questo siamo tornati in testa al campionato, ma la cosa che più mi ha meravigliato è l'imprevedibilità dei pronostici in questa fase della stagione: Rimini che prende quasi 50 punti da Imola, ad esempio, non me l'aspettavo ed anche Misano che strappa un punto di bonus offensivo a Castello lascia molto sorpresi. Questo per dire che a noi mancano tre partite estremamente delicate e se vogliamo rimanere lassù fino alla fine dobbiamo affrontare Ravenna, Rimini e Castello con la massima concentrazione e preparazione possibile. Ora c'è per noi un turno di stop e cercheremo di recuperare gli acciaccati per poi buttarci nel trittico cercando di fare il massimo dei punti", conclude un sorridente Zuccherelli.

FORMAZIONE: Giardini (CAP), Gentili (71' Massi), Nanni, Cerchier (62' Santinicchia), Benvenuti, Di Bello, Di Criscio, D'Agostino (50' Roffilli), Mori, Pezzi, Sardone (40' Pashollari), Gordini (50'Asirelli), Valgiusti (50' Zaccariello), Magnani (60' Menegazzi), Grisolini. All: Zuccherelli Marco

MARCATORI: Di Bello 7 punti (1 calcio di punizione, 2 trasformazioni), Mori 5pti (1 meta), Grisolini 5pti (1 meta), Asirelli 5pti (1 meta).

NOTE: Giornata soleggiata e calda, terreno in ottime condizioni, Cartellini gialli 3 al Cesena 2 a Forlì (Pezzi al 38' Asirelli al 52'). Nessun Cartellino rosso. Spettatori oltre 200.

Serie C, risultati e classifica del 9/03/2014 - 16° giornata

Rugby Castel S.Pietro - Misano Rugby: 17 - 13

Rimini Rugby - Autosica Imola Rugby: 15 - 48

Rugby Club S.Marino - Meldola Rugby: 59 - 0

Ravenna RFC - Faenza Rugby: 40 - 24 (Ravenna vince Lamone Cup)

ER-Lux RF79 - Cesena Rugby 1970: 22 - 7 (RF79 vince Coppa Bidet)

CLASSIFICA

64 ER-Lux RF79 (*)

62 Faenza Rugby (*)

62 Autosica Imola Rugby

48 Rugby Castel S.Pietro (*)(-4)

43 Cesena Rugby 1970 (*)

37 Rimini Rugby

30 Ravenna RFC (*)(-8)

12 Misano Rugby

10 Rugby Club S.Marino (-8)

-12 Meldola Rugby (*) (-12)

(*) partite da recuperare

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby, il Forlì batte Cesena e balza in testa alla classifica

ForlìToday è in caricamento