Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Rugby, il risultato delle giovanili: bene l'Under 18

Sarà per il freddo pungente, ma la partita dell'Under 16 è stata molto intensa e giocata ad un ritmo elevato che ha consentito ai giocatori di superare i zero gradi che circondavano la Barca domenica mattina

Sull'erba amica dell'Inferno Monti i giovani guidati dal duo Di Bello-Turci spazzano via il Ferrara e, nonostante un paio di assenze importanti in mezzo al campo, si aggiudicano cinque punti d'oro che rilanciano la classifica. Bilardo, per un indisposizione stagionale, e Fela, girato alla prima squadra, non sono del match e così lo staff adatta ai centri Fela junior e Ancona per sfruttare il loro dinamismo. Pronti-via e da una punizione veloce di Pieri nasce la prima meta di capitan Bombardini. Forlì ha il pallino del gioco in mano, ma manca sempre il centesimo per fare il milione. D'Agostino porta i biancorossi sopra il break, ma bisogna attendere la fine della prima frazione per vedere gli effettivi valori in campo riconosciuti anche dal tabellone: Nanni e Fela marcano due mete che fissano lo score sul momentaneo 22 a 0.

Nella ripresa vengono inserite forze fresche per alzare ulteriormente il ritmo e così arriva la quarta meta di Magnani. Ferrara ha una reazione e segna in bandierina dopo una splendida azione alla mano. Ci pensa Perugini a chiudere definitivamente i giochi segnando da raccogli e vai il 32 a 5 con cui si conclude l'incontro. "Un ottimo primo tempo a cui ha fatto seguito un mediocre secondo tempo, troppe scelte egoiste e poca ricerca del gioco corale ad alto ritmo che deve essere l’emblema di questa squadra - dice coach Di Bello -. Ora settimana di pausa pre-natalizia per poi riprendere il 13 gennaio in casa del rullo compressore Reno Bologna lanciatissimo verso il primo posto finale".

Under 16 - Sarà per il freddo pungente, ma la partita è stata molto intensa e giocata ad un ritmo elevato che ha consentito ai giocatori di superare i zero gradi che circondavano la Barca domenica mattina. Giusto per essere precisi la Reno è molto ben organizzata ed è la più forte delle squadre incontrate fino ad ora, capace di alternare gioco attorno alla mischia, folate al largo e piede tattico. Detto questo i nostri ragazzi hanno giocato la loro miglior partita stagionale mettendo in campo cuore e grinta ed hanno organizzato nella ripresa una difesa impenetrabile. Nei primi dieci minuti i gialloblu segnano all'ala due volte, ma Forlì resta in partita grazie ad una punizione di Ghetti. Da questo momento in poi inizia una battaglia furiosa, ma corretta e leale, su ogni punto d'incontro ed i giovani forlivesi inducono al fallo ripetutamente i felsinei.

La Reno segna il 19 a 3 con una ripartenza della terza centro e così la prima frazione si conclude con le tre mete dei padroni di casa contro una sola punizione dei nostri ragazzi. Il secondo tempo è quanto di più romantico possa esistere su un campo da rugby: una guerra di trincea in mezzo al freddo ed al gelo e, perchè no, in mezzo a quel po' di fango che rende i giocatori più rudi e gladiatori. Zero a zero la seconda frazione e tutti sotto la doccia per il meritato Terzo Tempo. "Bicchiere mezzo pieno anche se anche in questa partita si sono evidenziati  problemi in rimessa e di fluidità nell'attacco - dice soddisfatto Coach Temeroli, assisitito da Nicotra e Pasini -. Nota lieta una buona solidità difensiva. Adesso un pò di pausa e poi sotto con Cesena".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby, il risultato delle giovanili: bene l'Under 18

ForlìToday è in caricamento