rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Sport

Rugby, ragazze straordinarie: Le Fenici accedono alla semifinale scudetto

"Ci prepariamo per disputare la semifinale scudetto che, fra tre settimane, ci vedrà impegnate con la vincente dello scontro fra Valsugana e Montevirginio", sono le parole di un entusiasta coach Zuccherelli.

Strepitosa partita de Le Fenici che, sul terreno amico della Dozza, conquistano la vittoria sul Montevirginio chiudendo così al primo posto finale la classifica del proprio girone di Serie A ed accedendo direttamente alla semifinale scudetto che si disputerà il 27 maggio. Nello starting XV hanno trovato spazio Baraldi come estremo (2001) e Barbugli come pilone mentre fa il suo rientro in squadra Mengozzi dopo 4 incontri. Il match è molto equilibrato con Le Fenici che hanno più possesso e territorio, ma che non si concretizzano in punti mentre le ospiti riescono a mettere in difficoltà la difesa delle padrone di casa con qualche azione sulla verticale e col gioco al piede. Il primo sussulto è verso metà tempo quando una bellissima azione alla mano de Le Fenici si spegne sulla linea di rimessa laterale a due metri dalla meta, mentre le ospiti praticamente non entrano mai nell'area dei 22 emiliano romagnoli. Le difese, impeccabili, la fanno da padrone e per la prima marcatura di giornata bisogna attendere il 35' quando un calcio in profondità ospite costringe al fallo Baraldi davanti alla linea di meta e sulla punizione giocata velocemente Montevirginio marca i primi 5 punti. La reazione delle BiancoRossoBlu non si fa attendere e qualche istante prima del fischio di fine primo tempo è Baccarani che, timonando un maul da rimessa laterale, schiaccia in meta per il cinque pari con cui si conclude il primo tempo.

Nella ripresa Martins prende il posto di una provata Grossi ed il match riprende con lo stesso copione del primo tempo: mischie che si affrontano in un duro corpo a corpo per poi liberare i trequarti in folate al largo. Le Fenici hanno in mano il gioco, ma non riescono a trovare il guizzo giusto per marcare. Al 54' il cambio che, probabilmente, da la svolta al match: Lamberti prende il posto di Barbugli autrice di un ottima prova in mischia. La neo entrata ha subito un impatto positivo sull'incontro e riesce a dare alle padroni di casa quel guizzo in più che consente all'Ottima ER LUX di avanzare il suo baricentro di gioco. Al 60' Mazzoni riesce a scardinare la difesa ospite e depositare l'ovale in meta e con la trasformazione di Baraldi si va sul 12 a 5. La gioia per il vantaggio dura poco in quanto al 64' l'ala avversaria, con una galoppata di oltre 60 metri, schiaccia in mezzo ai pali gela le padroni di casa: 12 pari e tutto da rifare. Le ragazze di Coach Zuccherelli ripartono determinate e si piazzano nella metà campo ospite continuando a martellare attorno alla mischia dove è evidente una supremazia de Le Fenici. Al 70' è ancora Mazzoni, oggi migliore in campo per la quantità e qualità di lavoro svolto, a marcare la meta del 17 a 12 mentre dalla panchina Castaldini rileva un'esausta Baccarani.

Gli ultimi minuti di gioco vedono le ospiti provare a recuperare lo svantaggio ma la difesa de Le Fenici non lascia alcun varco e, dopo qualche minuto di recupero, la Signorina Guastini di Prato manda tutte al Terzo Tempo. Enorme soddisfazione per lo staff tecnico e dirigenziale per il lavoro svolto in quanto al primo anno di collaborazione di Franchigia si è centrato un primo posto mai raggiunto da nessuna squadra del Progetto Le Fenici sino ad oggi, mettendo in campo ben 45 giocatrici e riuscendo ad integrare in un modello di gioco comune tante diverse realtà. "La stagione regolare è stata una splendida cavalcata dove non sono mancati i problemi, ma dove, grazie all'enorme lavoro di collaborazione fra tutti i tecnici della Franchigia, siamo riusciti a portare tante ragazze a parlare in campo la stessa lingua ovale. Ora ci prepariamo per disputare la semifinale scudetto che, fra tre settimane, ci vedrà impegnate con la vincente dello scontro fra Valsugana e Montevirginio", sono le parole di un entusiasta coach Zuccherelli.

MASCHI - Si conclude con una splendida vittoria esterna il campionato dell'Er Lux RF79 che, in quel di Chieti, regola per 35 a 14 i padroni di casa della Polisportiva Abruzzo e consolida la seconda posizione finale alle spalle di Jesi. Nel XV di partenza trova spazio il giovane Zoffoli (classe 99) che in seconda linea affianca l'esperto D'Agostino mentre nei trequarti la coppia di centri è Piegari-Ragaglia per avere quantita e qualità. Pronti-via ed i biancorossi sono già in meta con Marzocchi che centra anche la trasformazione e porta subito a sette i punti forlivesi che, al 19', diventano quattordici grazie alla meta di Parrinello ed ai due punti aggiuntivi del solito Marzocchi. Il match, privo di ogni tatticismo, è veloce e spettacolare e prima della fine della prima frazione si registrano altre due mete, una per parte, entrambe trasformate. Quella biancorossa è di Piegari che riesce a scardinare la difesa dei padroni di casa ed a schiacciare oltre la linea bianca.

Il secondo tempo comincia con Perugini, Mattiacci, Cerchier e Rani dentro per Roncuzzi, Giardini, Ghetti e Ragaglia, ed è proprio il neo entrato Rani a marcare, dopo due minuti, la meta del bonus che, coi due punti di Marzocchi, porta a 28 lo score forlivese. Al 53' è la volta di Scalone a prendere il posto di D'Agostino, mentre i padroni di casa accorciano le distanze con una meta trasformata. Al 70' Zanzani, altro '99, esordisce in prima squadra e prende il posto di Piegari. A pochi giri di lancetta dal termine arriva l'ultima meta di giornata con Cerchier (trasforma Marzocchi) e così col punteggio di 35 a 14 per gli ospiti si conclude l'incontro e la stagione forlivese. Enorme soddisfazione per i Coach Temeroli Marco e Gabriele Turroni per aver portato al secondo posto finale i forlivesi, ma soprattutto per aver schierato un'enorme quantità di giovani durante l'anno che garantiscono qualità e futuro alla squadra forlivese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby, ragazze straordinarie: Le Fenici accedono alla semifinale scudetto

ForlìToday è in caricamento