Rugby serie C Elite, Parma vince. Ma Forlì convince

Grande rugby al Monti. Il Forlì impegna la capolista Parma, imbattuta, fino all'ultimo uscendo sconfitto per 19 a 26 e racimolando un ottimo punto di classifica

Grande rugby domenica scorsi al Monti. Il Forlì ha impegnato la capolista Parma, imbattuta, fino all'ultimo uscendo sconfitto per 19 a 26 e racimolando un ottimo punto di classifica per bonus difensivo. All'andata finì con un secco 41 a 5 per gli emiliani ma questa volta la partita è stata vera, dura e tirata fino alla fine. C'era grande attesa per l'esordio tra i biancorossi dell'apertura Daniele Pasqualini, che ha di recente lasciato il Romagna Rugby Rfc in serie A e il folto pubblico non è stato deluso.

Pasqualini ha dimostrato di essere un giocatore di alto livello e di saper dare al gruppo dei giovani forlivesi quel tocco esperienza, ordine e convinzione che potrebbe rivelarsi decisivo per compiere un ulteriore salto di qualità. Veniamo alla cronaca della partita: dopo un breve periodo di studio è il Parma a colpire con l'ala che a seguito di un veloce cambiamento di fronte riesce a segnare una meta poi trasformata (0 - 7) La partita è dura e in breve tempo escono per 10 minuti di penalizzazione prima un giocatore del Parma e poi Grisolini. Il Parma subisce la pressione del Forlì ma con un contropiede assistito dalla buona sorte (due rimbalzi del pallone che cadono come per miracolo nelle mani dei gialloblù) riesce a segnare una seconda meta poi trasformata. (0 - 14). Sembra che le cose prendano una brutta piega per il Forlì che però immediatamente reagisce ed è proprio l'apertura Pasqualini a segnare una meta sfruttando un astuto calcetto a seguire. Di Bello trasforma e si va sul 7 - 14 al 30° del primo tempo.

Le due squadre si sfidano a viso aperto con azioni spettacolari e cambi di fronte continui ma il punteggio resta invariato fino alla fine della prima frazione. Appare evidente che il pacchetto di mischia degli ospiti è assai più prestante fisicamente per peso e centimetri e il Forlì fatica a mantenere il possesso palla soprattutto nelle rimesse laterali e soffre le rolling maul avanzanti. Infatti nella ripresa il Parma ancora il suo gioco al pacchetto di mischia, pur continuando anche ad orchestrare pericolose azioni al largo, e mette in seria difficoltà la difesa ospite che capitola proprio al termine di una rolling devastante (7 a 19). Ma al 20° il Forlì recupera palla nei propri 22 metri e, invece di liberare al piede Pasqualini apre per i tre quarti che guadagnano campo, D'Agostino, oggi onnipresente, sostiene l'azione e passa a Guidi che si invola e segna in bandierina. Un azione degna di rimanere nella storia del club. 12 a 19 e partita riaperta.

Purtroppo i giovani romagnoli commettono alcuni errori banali e consentono al Parma di riportarsi in attacco e di segnare ancora al termine di un'altra rolling maul. 12 a 26 dopo la trasformazione e ancora una manciata di minuti da giocare. Ormai tutta la panchina è entrata e sono proprio i rincalzi a confezionare un'altra meta spettacolare grazie al minuscolo mediano di mischia "Pif" Lombardo (54 kg alla bilancia) che gioca rapido una punizione a centro campo, si invola sull'out di destra seminando 2 avversari, serve all'interno alcuni avanti in sostegno ed è poi il neo papà Marco Zaccariello che forza l'ultima difesa parmigiana e segna la terza meta. Di Bello trasforma e regala il punto di bonus difensivo alla sua squadra. L'ottimo arbitro Grandi di Imola fischia la fine che vede il Parma aggiudicarsi il match per 26 a 19.

Questo il commento a fine partita il commento dell'allenatore Davide Balzani "Abbiamo giocato un gran rugby, nulla da rimproverare ai miei ragazzi che si sono espressi in certi momenti oltre i loro limiti. Sono veramente contento dell'inserimento di Daniele Pasqualini che ha voluto unirsi ha noi e ci ha portato e ci porterà tanta esperienza e qualità. E' difficile elogiare qualcuno in particolare ma oggi il "vecchio" D'Agostino, 37 anni alle porte, ha sfoderato un prestazione veramente di gran cuore e sostanza. E' stata una grande partita ma è pur sempre stata una sconfitta per cui da stasera tutti cominceremo a pensare alla trasferta di domenica prossima al Sabbione di Siena dove portare a casa la vittoria sarà d'obbligo"

Formazione: Giardini (Ragaglia), Di Bello, Marzocchi, Guidi, Asioli, Pasqualini, Di Criscio (Lombardo), D'Agostino, Cerchier (Roncuzzi), Roffilli, (Sardone), Grisolini, Berti, Lanzarini, (Zaccariello), Magnani (Gallegati), D'Ambrosio (Rossi). All. Davide Balzani - Vice All. Alessandro D'Agostino

Marcatori: 30° m Pasqualini trasf Di Bello - 60° m Guidi - 78° m Zaccariello trasf Di Bello

RIEPILOGO RISULTATI DEL 10/02
Autosica Imola Rugby - US Firenze Rugby 1931: 10 - 17
Rugby Terni - Cesena Rugby 1970: 22 - 6
Rugby Forlì 1979 - Rugby Parma 1931: 19 - 26
Città di Castello Rugby - Cus Siena Rugby: 28 - 36
Rugby Bologna 1928 - U.R. S.Benedetto: 68 - 0
Riposa: Rugby Jesi 70

CLASSIFICA
58 Rugby Parma 1931 (*)
48 Rugby Terni (R)
42 Rugby Jesi 70 (R)(*)
32 Rugby Forlì 1979 (*)
32 Autosica Imola Rugby (*)
28 Rugby Bologna 1928 (*)
26 Cus Siena Rugby
24 Cesena Rugby 1970 (R)(*)
19 U.R. S.Benedetto
17 U.S. Firenze Rugby 1931
11 Città di Castello Rugby

(R) riposo effettuato
(*..) Partite da recuperare

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave un motociclista

Torna su
ForlìToday è in caricamento