Sport

Dalle fredde acque del lago Gallo al passo dello Stelvio: Simone Lunghi da favola al Triathlon Icon Xtreme di Livigno

Il triatleta pesarese in forza al team "Impossible 226 Triathlon Forlì" ha compiuto nuovamente una delle "sue" imprese

Livigno, venerdì 31 agosto 2019. Questa data siamo sicuri rimarrà impressa per diverso tempo nella mente e nel cuore di Simone Lunghi. Il triatleta pesarese in forza al team "Impossible 226 Triathlon Forlì" ha compiuto nuovamente una delle "sue" imprese piazzandosi al secondo posto della classifica generale dell'Icon Livigno Xtreme Triathlon dietro solo al professionista Giulio Molinari.

La prova estrema prevedeva 3,8 chilometri di nuoto nel lago Gallo a Livigno, la cui temperatura in questo periodo dell'anno varia tra i 14 e i 18 gradi, 195 chilometri di prova ciclistica con circa 5000 metri di dislivello, scalando tra gli altri il passo Della Forcola, passo del Bernina, passo del Fuorn e il leggendario passo dello Stelvio con i suoi 48 tornanti, e per finire, 42.2 chilometri di frazione running con partenza da Trepalle di Livigno e arrivo a Carosello 3000 (3000 metri sopra il livello del mare).

Venendo alla gara, Lunghi ha gestito senza forzare la prova natatoria, uscendo dall'acqua in 15esima posizione. La frazione di ciclismo ha esaltato le qualità del pesarese che già dopo 20 km si era lasciato alle spalle una dozzina di concorrenti, dopo di che è iniziata una lunga battaglia prima per il terzo, poi per il secondo posto, conquistato sulla salita dello Stelvio e consolidato nella discesa verso la zona cambio. La maratona finale ha permesso a Lunghi di rafforzare il secondo posto, gestendo la fatica e la salita conclusiva a Carosello 3000 nel migliore dei modi, tagliando il traguardo, visibilmente emozionato, dopo 13 ore e 55 minuti di gara.

Lunghi è stato accompagnato in questa fantastica impresa dal suo team di supporto formato da suo padre, la moglie Milena e dall'amica Adele, anch'esse triatlete dell'"Impossible 226 Triathlon Forlì". Menzione d'obbligo per Andrea Giordano altro atleta Impossible226 al via dell'Icon xtreme. Purtroppo Giordano, dopo aver completato la prova natatoria e quella ciclistica, non ha potuto terminare la sua gara in quanto giunto nella T2 (transizione bici/corsa) con una manciata di minuti di ritardo rispetto al limite cronometrico imposto dal regolamento. Infine, domenica scorsa sempre a Livigno era in programma il "The Giant" versione dimezzata dell'Icon xtreme, a cui ha partecipato Fabio Camorani nella gara a staffetta, completando la frazione di nuoto di 1200m. La squadra capitanata da Camorani si è posizionata al primo posto nella classifica dedicata alle staffette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle fredde acque del lago Gallo al passo dello Stelvio: Simone Lunghi da favola al Triathlon Icon Xtreme di Livigno

ForlìToday è in caricamento