menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Softball, al Buscherini la Fiorini ospita Legnano

Fiorini-Legnano è lo scontro proposto dal calendario di Italian Softball League per il weekend del 19 maggio al Buscherini. Le due squadre attraversano un momento di forma non eccezionale

Fiorini-Legnano è lo scontro proposto dal calendario di Italian Softball League per il weekend del 19 maggio al Buscherini. Le due squadre attraversano un momento di forma non eccezionale e arrivano entrambe da una doppia sconfitta: contro Nuoro per le romagnole, a La Loggia per le lombarde, sconfitte in gara uno da un'ottima prova dell'ex Musitelli Romani in pedana di lancio (appena 2 valide e una base ball in 4 riprese).

All'andata (Fiorini ancora senza Darcy Pagnini) finiva uno a uno, con Kylie Reynolds vincente sulla cinese Yu e una partita persa di stretta misura in serata, nonostante le sette valide bianco-azzurre contro le tre del Legnano. Allora nessuno si sarebbe aspettato di ritrovare la squadra vice-Campione d'Italia così in basso in classifica alla vigilia dell'incontro di ritorno: Forlì dovrà vedersela con un avversario che non può più sbagliare, se intende confermare le proprie ambizioni di qualificazione ai play-off, visto anche la sconfitta patita in settimana nel primo dei due recuperi contro il Bollate. Motivo di più per aspettarsi due incontri combattutissimi sabato prossimo al Buscherini, con inizio fissato per le ore 18:30 (gara 1) e 21:00 (gara 2).

Se la Fiorini attraversa un periodo di scarsa produttività in attacco, le medie a metà stagione parlano di un rendimento pressoché identico per le lombarde (.225 contro .226 nella media battuta di squadra), che nel box si affidano soprattutto a Warwick (.344), Pino (.314) e Lei Dong Hui (.308). Forlì risponde con le sorelle Vitaliani (Michela .333, Stefania .320) e Pagnini (.294 nelle sole 6 partite fin qui disputate). Numeri abbastanza simili anche in media difesa (.941 Forlì contro .950 Legnano), mentre la differenza più vistosa è nelle statistiche dei lanciatori, dove la media PGL di squadra delle ospiti (3.45) è nettamente più pesante rispetto al 2.26 targato Papucci-Reynolds.


Il vantaggio maggiore per le ragazze di Davies e Brusa sarà però la possibilità di scendere in campo con maggiore serenità e provare a invertire la rotta della passata settimana, ma senza l'imperativo di ribaltare una classifica in rosso. Facile prevedere ancora un ampio utilizzo degli elementi più giovani della rosa forlivese, le cui prestazioni rappresentano finora il lato più positivo di questa prima metà di campionato. Già contro Nuoro, Manuela Mazzoni ha avuto nuovamente spazio in batteria con Kylie Reynolds per l'intera partita serale, con ottimi risultati: i dieci strike-out senza palle mancate, per di più in una gara costantemente in bilico nel punteggio, sono un segnale positivo oltre ogni aspettativa per il catcher classe '95. Sempre maggiore sicurezza in difesa anche per Matilde Zanotti (due importanti eliminazioni al volo nel ruolo di esterno destro) e Martina Laghi, che oltre a disimpegnarsi egregiamente all'esterno sinistro ha contribuito anche in attacco, con un millimetrico bunt di sacrificio e una gran valida (con successiva base rubata) ai danni di Aimee Murch.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento