rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Sport

MotoGp, primi test in Malesia. Si riparte nel segno di Marc Marquez

Il fenomeno di Cerbera, 21 anni il prossimo 17 febbraio, ha staccato il miglior riferimento cronometrico dopo aver dominato gran parte della sessione mattutina.

La MotoGp riparte nel segno di Marc Marquez. Nella prima giornata di test che si è svolta nel caldo torrido di Sepang, in Malesia, il campione del mondo in carica ha piazzato la sua Honda RC213V davanti a tutti, mettendosi alle spalle la Yamaha di Valentino Rossi e la Honda del compagno di squadra Dani Pedrosa. Il fenomeno di Cerbera, 21 anni il prossimo 17 febbraio, ha staccato il miglior riferimento cronometrico dopo aver dominato gran parte della sessione mattutina.

Il numero 93 ha fermato le lancette sul tempo di 2'00"286, rifilando ben 518 millesimi alla M1 di Rossi: il nove volte Campione ha iniziato il 2014 decisamente col piede giusto: primo a scendere in pista all’apertura della pit-lane, ha girato con un passo costante, segno di un feeling ritrovato.Pedrosa, che ha dedicato la prima giornata di test alle regolazioni della sua moto, ha accusato un ritardo di 620 millesimi.

Il catalano ha preceduto la Yamaha numero 99 di Jorge Lorenzo, a 796 millesimi da Marquez. Dietro lo spagnolo altre due Honda, quelle private di Alvaro Bautista (Team Gresini) e Stefan Brald (team di Lucio Cecchinello) e Indietro le Ducati, precedute dalla prima delle "Open", la FTR-Yamaha del team NGM-Mobile di Aleix Espargaró. Andrea Dovizioso non è andato oltre il dodicesimo tempo, a 2.211. Meglio di lui fa fatto l'abruzzese Andrea Iannone, che ha piazzato la sua Desmosedici del team Pramac all'ottavo posto con un ritardo di 1.252 da Marquez.

IL PROGRAMMA - In questo test pre-stagionale, il primo di tre previsti tra Sepang e Phillip Island nei mesi di febbraio e marzo, il lavoro della Ducati è focalizzato sul confronto tra la Desmosedici GP14 e la GP13. Visivamente il nuovo modello presenta un’aerodinamica rivista sia nel cupolino che nel codone, in aggiunta a una migliore ergonomia e con maggiori possibilità nella regolazione del telaio, oltre ad alcune nuove soluzioni di elettronica.

LA PRIMA GIORNATA - Dovizioso e il nuovo compagno di squadra CalCrutchlow hanno quindi dedicato la prima giornata soprattutto al lavoro di comparazione tra le due moto e a quello di messa a punto. In particolare Dovizioso, al suo secondo anno sulla Desmosedici, ha continuato a provare le due versioni, mentre il pilota britannico, che era salito sulla GP13 per la prima volta a Valencia a novembre, ha scelto nel pomeriggio di continuare il suo apprendistato solo con la moto nuova.
 
LA PAROLA A DOVIZIOSO - "E' stata una giornata un po’ particolare - ha esordito il forivese -. Al primo giorno di test in Malesia non va dato troppo significato, perché bisogna comunque riprendere il feeling dopo mesi in cui si è stati fermi. Avevamo una moto diversa da provare, però siamo riusciti a fare solo pochi giri e non abbiamo potuto provare tutto ciò che avevamo in programma. Per fortuna abbiamo altri due giorni qui in Malesia, e quindi non è un grande problema. Era giusto partire con la moto 2013 per riprendere il feeling di fine stagione, poi siamo passati subito alla moto nuova per capire la differenza, ma purtroppo ho fatto solo 27 giri in tutta la giornata. Sono sicuro che mercoledì saremo più a posto.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp, primi test in Malesia. Si riparte nel segno di Marc Marquez

ForlìToday è in caricamento