menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'altra sconfitta al tie break per la Bleu Line Libertas Volley

Forlì si riassesta e si dà il via al punto a punto: qualche errore, un fischio dubbio sul 14 pari e l'ex Guardigli che inchioda il definitivo 14-16, dando il via alla giustificata esultanza ospite

Sconfitta casalinga per la Bleuline volley Forlì battura per 3 a 2 nel derby dell'ottava giornata dalla Fenix Faenza. Dopo due ore abbondanti di gioco, in un ginnasio gremito compresa rappresentanza ospite, sono le faentine delle ex Guardigli, Grillini e Maines e autentiche rivelazioni di questa prima parte di stagione a far festa. La Bleuline si lecca nuovamente le ferite, in una gara dove mostra nuovamente una doppia identità: bruttissima nei primi due set, dominante nel terzo e quarto parziale e ingenua nel tie break finale. Gara dai due volti: la Fenix parte bene, Delgado rilancia Godenzoni nelle prime sei ma è solo Fenix: Forlì arranca senza mai riuscire ad impensierire le faentine, l'orgoglio finale serve solo ad annullare tre dei nove match point per le manfrede, che inchiodano il 20-25 finale.

La Bleuline riparte meglio, ma il due a zero iniziale all'alba del secondo set è solo un fuoco di paglia: la Fenix riprende il pallino, vantaggi lievi ma Bleuline ancora a rincorrere: Bernabè prova a trascinare tutte, Forlì annulla tre set point sul 20-24 ma si blocca sul più bello: 23-25 e due a zero Fenix. Terzo set, la reazione questa volta parte eccome: Bernabè, squilli di Sopranzetti e Bleuline che prende il largo: in mezzo anche l'esordio, con punto realizzato, della classe 2002 Yabrè, prodotto del settore giovanile. Sulle ali dell'entusiasmo la Libertas prende fiducia anche nel quarto set: sempre la scatenata Bernabè in un set fotocopia di quello precedente, 25 a 18, due a due e tutto rimandato al tie break. Tie break che parte danno la sensazione che l'inerzia sia ora tutta con Valpiani e compagne, ma dal 5 a 2 forlivesi si passa direttamente all' 8a 5 ospite.

Forlì si riassesta e si dà il via al punto a punto: qualche errore, un fischio dubbio sul 14 pari e l'ex Guardigli che inchioda il definitivo 14-16, dando il via alla giustificata esultanza ospite. Faenza vince, e non ruba assolutamente nulla, Forlì incassa la terza sconfitta in otto gara e fa suonare un piccolo campanello d'allarme. Alle porte sabato prossima c'è un' altro derby: ad aspettare le forlivese la Riviera volley Rimini, due punti in classifica in più, di un'altra ex: Sofia Balducci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento