menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un Forlì in piena emergenza si avvicina il big match col Mantova

Una sfida che manca dallo stadio "Morgagni" da ben due anni e cioè da quando Forlì e Mantova erano rispettivamente in serie C

Dopo la brutta sconfitta di Mezzolara che ha lasciato con un grosso amaro in bocca a squadra e tifosi, il Forlì di Massimo Paci è pronto a  riprendere il proprio cammino in campionato; non sarà però un match semplice perché i galletti affronteranno la capolista e fino a questo momento imbattuta Mantova. Una sfida che manca dallo stadio "Morgagni" da ben due anni e cioè da quando Forlì e Mantova erano rispettivamente in serie C.

Se però in quegli anni le due formazioni lottavano per non retrocedere, oggi le aspettative per entrambe sono diametralmente opposte con i virgiliani che dopo aver perso il testa a testa la scorsa stagione col Como per la promozione nei professionisti, comandando ora il girone D di serie D e non vogliono farsi scappare di nuovo l'occasione di vincere, mentre i romagnoli di casa sono ancora alla ricerca del giusto equilibrio per tornare a sorridere e delle giuste contromosse per sopperire ad assenze pesanti.

Si perché se già non erano sufficienti le assenze di Santiago Minella e di Thomas Bonandi, il reparto offensivo biancorosso sarà orfano anche di Moussa Souare espulso domenica scorsa e fermato dal giudice sportivo per un turno. La società di viale Roma dalla sua non si é fatta attendere dando subito al direttore sportivo Carlo di Fabio, la possibilità di guardare al mercato degli svincolati per rimediare se non altro alla lunga assenza di Santiago Minella e allo stesso tempo di tesserare il centrocampista rumeno David Pop, classe 1999 con l'ufficialità che dovrebbe arrivare in settimana.

Non sarà certo una impresa semplice fermare la cavalcata di un Mantova che fino a questo momento ha realizzato cinque vittorie consecutive siglando la bellezza di ventidue reti ma se non altro i galletti avranno dalla loro la possibilità di giocare questa importante gara davanti al proprio pubblico che si preannuncia numeroso e carico per cercare di trovare finalmente un segnale di crescita di questa nuova squadra, in vista poi di affrontare un trittico di sfide complicate rispettivamente contro  Fiorenzuola, Crema e Correggese. Insomma un mese di ottobre che si preannuncia un viatico per la stagione del Forlì, ma che se affrontato con la giusta forza e sfrontatezza potrà riservare un cammino migliore e senza i patemi dell'anno passato; appuntamento quindi a domenica alle 17 allo stadio "Morgagni" quando il Forlì sarà chiamato alla prima di quattro sfide da dentro o fuori. 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento