menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unieuro Forlì show, Marini è un marziano e non lo ferma nessuno: Mantova s'inchina

Biancorossi in grado di schiacciare la formazione lombarda già nel corso del 2º quarto (50-35 il parziale dopo i primi due tempi di gioco)

Pierpaolo Marini manda in delirio i quasi 4mila del Palafiera. Il 13 dell’Unieuro tira fuori dal cilindro una prestazione eccezionale, totalizza 34 punti e contribuisce in questo modo alla quinta vittoria nelle ultime cinque gare, 100% di successi per l’Unieuro in questo 2020. La truppa di coach Sandro Dell’Agnello supera l’esame Mantova 87-77 e rimane ancorata alla seconda posizione, accorciando a quattro punti le lunghezze dall'OraSì Ravenna ko a Udine ed allungando sul terzo posto. Successo maturato in un match praticamente mai in discussione, nonostante il calo nel terzo quarto accusato dai pedoni di casa. Biancorossi in grado di schiacciare la formazione lombarda già nel corso del 2º quarto (50-35 il parziale dopo i primi due tempi di gioco). Confermato il miglioramento delle ultime gare in difesa, con Marini re indiscusso della serata. Così coach Dell’Agnello a fine partita: "Siamo contenti e soddisfatti, loro sono veramente una buona squadra, e lo dice la classifica. Siamo contenti perché abbiamo anche ribaltato la differenza canestri. Altra cosa, abbiamo avuto un tifo calorosissimo e molto corretto, e lo sport è proprio questo". Prossimo appuntamento alle 18 di domenica prossima presso il PalaMaggiò di Caserta.

La partita

Dell’Agnello parte con Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Benvenuti. Subito una bomba di Visconti dopo 37’’che non intimidisce Forlì: Marini e Benvenuti (dal colorato) stabiliscono il 3-3. Il primo vero urlo dell’Unieuro Arena arriva grazie a ‘Mo’ Watson, che da fuori insacca la tripla del 6-5 a 2’55’’. All’americano risponde Visconti sempre con un tiro da 3, poi arriva il secondo grande urlo del palazzetto grazie a Ndoja, che realizza e subisce fallo, trasformando quindi il libero del 9-8. Biancorossi sul pezzo, i primi due punti di Bruttini sono seguiti da una gran tripla di Clarke: 14-13 dopo 6’57” di gioco. Capitan Giachetti si ‘sblocca’ circa due minuti più tardi, 20-14. Chiude il primo quarto proprio allo scadere Rotnei Clarke, che fissa il 22-18. Ancora a secco Lawson, che sbaglia un appoggio e tre tiri da fuori area.

Molto bene Forlì in difesa, dopo un recupero di Bruttini Giachetti porta sul 25-18 l’Unieuro. Rimangono 7 le lunghezze di vantaggio dei padroni di casa dopo il libero segnato da Oxilia per il 30-23. Bomba di Visconti, specialista dalla distanza, a 13’10” Dell’Agnello spende il suo primo timeout. Ancora Visconti trova uno splendido assist in verticale per Ghersetti, che accorcia ulteriormente le distanze. Crescono gli ospiti, ma Giachetti con un bel ‘no look’ serve Petrovic che da sotto canestro fa 34-28. Ci mette 16’42” Kenny Lawson a marcare il tabellino: i suoi due punti valgono il momentaneo 36-33. Sale in cattedra Pierpaolo Marini: 4 punti consecutivi per l’affamatissimo classe ‘93, che manda i suoi sul 40-33 e costringe gli ospiti al timeout. È ancora il 13 dell’Unieuro a far gridare il palazzetto, con un’azione personale chiusa col canestro ed il fallo subito. 43-33. Segue Rush, segue la bolgia dei tifosi romagnoli. Bomba di Ndoja, monologo Forlì che mette Mantova all’angolo e si porta sul +15 a metà gara: il tabellone dice 50-35 dopo 20 minuti di gioco.

Si conferma ispiratissimo Marini, che trova a 22’32” il suo diciannovesimo punto personale, per il 58-42 totale. Bella tripla di Clarke, sul 59-49 Dell’Agnello ferma il gioco per evitare cali di concentrazione tra i suoi ragazzi. Botta e risposta Marini-Ghersetti da fuori area, Mantova rosicchia in 5’47” otto dei precedenti 15 punti di vantaggio di Forlì, rimettendosi quindi in carreggiata. Esce dal campo Oxilia toccandosi il ginocchio destro, ma rientra poco dopo tranquillizzando tutti quanti. Clarke insacca 4 tiri consecutivi dal colorato, poi insacca una clamorosa bomba delle sue e chiude il terzo quarto 68-65.

Botta e risposta Rush-Raspino, Ndoja sbaglia tanto e si resta sul 70-67 fino a 33’30”, momento in cui marca il tabellino ancora Rush. Al 26º punto di Marini risponde Lawson in schiacciata, che porta i suoi a -5 (74-69) a 34’52”. Marini insacca due bombe che fanno strillare di gioia i supporters biancorossi (intervallate da un canestro di Lawson) e portano sull’80-73 i romagnoli. Giachetti insacca una tripla anche lui, Forlì torna sul +10 (83-73) e a 1’42” dal termine i tifosi di casa cominciano a fare festa. Marini riesce a toccare quota 34, finisce 87-77 sulle note di ‘Romagna Mia’ cantata dai tifosi.

Il tabellino

UNIEURO FORLÌ – POMPEA MANTOVA 87-77 (22-18; 50-35; 68-65)
UNIEURO FORLÌ: Rush 13, Giachetti 16, Campori, Watson JR 5, Petrovic 2, Marini 34, Cinti NE, Zambianchi NE, Oxilia 1, Benvenuti 2, Bruttini 8, Ndoja 6. All: Dell’Agnello.
POMPEA MANTOVA: Sarto, Colussa NE, Poggi 1, Raspino 6, Visconti 14, Ferrara 4, Vigori NE, Ghersetti 15, Maspero 3, Epifani NE, Clarke 22, Lawson JR 12. All: Finelli.
SPETTATORI: 3678.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento