rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Sport

Marini fa esplodere il Palafiera: una bomba lancia in orbita Forlì, ko la corazzata Verona

Per rispondere alla fisicità degli scaligeri la FP è scesa in campo non solo con i muscoli, ma anche con il cuore, complice la benzina del pubblico di casa, giocando punto a punto contro una formazione tra le più temute del torneo

Il "Monday Night" della palla a spicchi regala una prima particolarmente emozionante all'Unieuro Arena. Vuoi per lo spettacolo offerto dai 3750 spettatori (2426 gli abbonati, nuovo storico record), vuoi per una sfida che metteva la squadra di coach Giorgio Valli davanti ad un'autentica corazzata, la Tezenis Verona dell'ex Giovanni Severini. Per rispondere alla fisicità e alle rotazioni degli scaligeri la PF è scesa in campo non solo con i muscoli, ma anche con il cuore, complice la benzina del pubblico di casa, giocando punto a punto contro una formazione tra le più temute del torneo. Ne è venuta fuori una partita con errori e colpi di scena, decisa solo agli ultimi secondi: è Pierpaolo Marini (18 di valutazione) l'eroe della serata, con una tripla a 13 secondi dalla sirena che lancia in orbita Forlì. Micidiali anche i due americani, Lawson e Johnson (rispettivamente 21 e 14 di valutazione), entrambi con 17 punti sul tabellino. Nonostante una prova convincente per lunghi tratti e 21 incredibili rimbalzi di un fantastico Udom Verona è capitolata. I mercuriali guardano dall'alto la classifica, ma devono fare i conti con l'infortunio di Daniel Donzelli che sarà valutato dallo staff medico nelle prossime ore. Si parla di una sublussazione alla spalla.

PARLA COACH VALLI: "QUESTA SQUADRA HA GLI ATTRIBUTI"

L'INNO D'ITALIA SCALDA L'UNIEURO ARENA: IL VIDEO

Unieuro-Verona, una serata magica per Forlì (foto di Alessandra Salieri)

La partita

Prima della palla due è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Cristina Malandri, moglie di Stefano Colombo, volto noto del basket locale, scomparsa sabato in un tragico incidente stradale. Il primo canestro della stagione 2018-2019 all'Unieuro Arena è a firma di Pierpaolo Marini. Ma la Tezenis di coach Luca Dalmonte è una squadra tosta. Ordinata in attacco e aggressiva in difesa, la Tezenis prova la mini fuga (10-17 a 4′ dalla fine del primo quarto) e Valli è costretto a chiamare time-out. Il minuto di sospensione dà i frutti sperati per i padroni di casa e l’ Unieuro si riavvicina con un parziale di 6-0 grazie alle sortite di Oxilla, ai due liberi di Bonacini e alla realizzazione di Lawson quasi sulla sirena.  

Il secondo quarto comincia con uno su due dalla lunetta di Johnson per il momentaneo 17-17. La Tezenis fa prelavare la sua fisicità, mentre l'Unieuro non ruggisce col tiro dalla distanza. Lawson e Donzelli difendono bene, ma la Scaligera non perdona e dopo 6 minuti di gioco Candussi firma il nuovo massimo vantaggio (19-27). Valli corre ai ripari con il timeout, il solito Candussi schiaccia per il 19-29. E' un momento delicato, ma una tripla di Johnson riaccende l'entusiasmo.  Forlì ha il merito di stare attaccata alla gara; Lawson c'è e a 12 secondi dalla sirena porta i suoi sul -4 (26-30). Basse le percentuali al tiro con la squadra di Valli al 32.3% (1 su 9 da tre) e quella di Dalmonte al 33.3% (1 su 14).

Si torna in campo e Udom sigla il +6. Dopo 1'02 la partita viene temporaneamente sospesa per un infortunio accorso all’arbitro Moretti, costretto ad uscire e a far proseguire la partita a solo due fischietti. La pausa fa bene a Forlì. Sale in cattedra Marini, che realizza un 3+2 che riporta la FP sul -1. Scorre il cronometro ed entrambe le formazioni continuano a cercare le soluzioni dalla distanza, ma non è serata. La Tezenis fatica enormemente a trovare tiri aperti, in quella che comunque rimane una partita in cui non sono di certo gli attacchi i protagonisti. E' Giachetti a siglare il +1 Forlì dopo 4'40 di gioco, poi Verona rimette il naso davanti con un break di 5-0 grazie ad un libero dell'ex Severini e Henderson. I biancorossi lottano col cuore e rispondono con lo stesso parziale ed una schiacciata di Lawson. E' Severini a sbloccare la pessima percentuale dalla distanza dei giallorossi, ma a 3 secondi dalla fine Giachetti serve Johnson la palla che porta l'Unieuro sul 42 pari.

L'ultimo quarto è nel segno di un ispiratissimo Candussi, che infila ben dieci punti in appena 2 minuti di gioco. Gli americani provono a tenere in partita Forlì, ma una tripla di Amato spinge i padroni di casa a -9, con Valli a chiamare il timeout (46-55). Ma il basket è un gioco imprevedibile e con due bombe di fila (Donzelli e Johnson) la squadra di casa si riporta sotto a -3. Nel finale coach Valli perde Donzelli, ma la FP non lascia scappare Verona, che ha trovato la mano calda anche dalla distanza. Marini e Lawson infilano due triple consecutive e si va due minuti dalla fine sul 64 pari. Forlì ci prova , ma Verona riesce sempre a tenere un margine di vantaggio, seppur minimo.

Amato da una parte, Marini e Lawson dall’altra e ad 1'13" dalla fine il tabellone dell’Unieuro Arena recita 64-64. Marini perde palla. Dalla lunetta Henderson fa uno su due a 38 secondi dalla sirena. Valli chiama timeout per disegnare l’ultimo possesso forlivese. Sembra finita, ma è Marini a fal saltare il Palagalassi con una tripla a 13" (67-65). All'ultimo Candussi ha la palla del match, ma sbaglia con un tiro forzato da tre. E' il delirio, è il momento della festa. Si canta "Romagna Mia". Si celebra Marini, il nuovo eroe della palla a spicchi forlivese. Salutate la capolista. Domenica si torna all'Unieuro Arena: c'è Jesi. 

Tabellino

Unieuro Forlì - Tezenis Verona 67-65 (16-17, 26-30, 42-42)
UNIEURO FORLI': Tremolada ne, Giachetti 4, Marini 13, Donzelli 8, Bonacini 2, Dilas ne, Piazza ne, Fabiani ne, Oxilia 6, Lawson 17, De Laurentiis, Johnson 17. All. Valli
TEZENIS VERONA: Dieng, Ferguson 8, Amato 12, Candussi 20, Henderson 13, Maspero, Udom 8, Quarisa, Severini 4, Ikangi. All. Dalmonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marini fa esplodere il Palafiera: una bomba lancia in orbita Forlì, ko la corazzata Verona

ForlìToday è in caricamento