Unieuro superlativa contro Verona, Marini: "Dopo Caserta abbiamo rialzato la testa"

La Pieffe 2.015 ha regalato un pranzo a dir poco emozionante agli appassionati della palla a spicchi

Uno show per chi l'ha vista dal Palafiera. Uno spettacolo per chi l'ha vista in televisione su Sportitalia. La Pieffe 2.015 ha regalato un pranzo a dir poco emozionante agli appassionati della palla a spicchi. La squadra di coach Sandro Dell'Agnello ha limitato le potenzialità di Verona, lasciando gli scaligeri sotto i 70 punti. I gialloblu non sono mai entrati in partita per merito di una Unieuro intensa fin dalle prime battute. Risultato, i biancorossi hanno demolito le certezze difensive della compagine di coach Luca Dalmonte, superando gli 80 punti, unica a squadra a riuscirci insieme ad Udine. 

"Siamo tutti contenti per questa prestazione", sono state le parole rilasciate da Pierpaolo Marini ai microfoni di Sportitalia. In dubbio fino al riscaldamento, è stato tra i protagonisti del match con 11 punti, sei assist, 5 rimbalzi (4 difensivi) e due palle recuperate nei quasi 28 minuti in campo. "Dopo la sconfitta subìta in casa contro Caserta abbiamo rialzato subito la testa e siamo stati capaci di vincere in un campo ostico come quello di Montegranaro nonostante la mia assenza e quella di Davide Bruttini. La squadra ha reagito molto bene e ci siamo confermati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Unieuro si è distinta per un'intensità mantenuta praticamente per tutti i 40 minuti, impedendo a Verona di trovare il ritmo: "La chiave del match era proprio quella - conferma Marini -. Il nostro obiettivo era partire col piede giusto e con una grande intensità e portare la partita dalla nostra parte. E ci siamo riusciti". Una battaglia vinta dai lunghi biancorossi, con Lorenzo Benvenuti e Davide Bruttini sugli scudi: "Siamo stati tutti bravissimi, dando il meglio. Ora rimaniamo con i piedi per terra e continuiamo a lavorare duro come stiamo facendo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

Torna su
ForlìToday è in caricamento