rotate-mobile
Sport

Terza vittoria in otto giorni: le aquilotte consolidano la vetta della classifica

Al termine dell’incontro Breviglieri, ha commentato così il risultato: “Siamo reduci da una settimana intensa. Tre partite in otto giorni sono pesanti per chiunque, però l’aver raccolto 9 punti in queste tre partite ci fa sentire molto meno la stanchezza"

Contro Agnani è arrivato il terzo successo in otto giorno. Le ragazze del Volley 2002 Forlì consolidano così la vetta della classifica al termine di una prestazione che ha divertito il pubblico del PalaRomiti. Prima dell’inizio dell’incontro, una piccola cerimonia di reciproco ringraziamento suggella la collaborazione che continua da vari anni tra Volley 2002 e Istituto Oncologico Romagnolo, con stretta di mano e scambio di omaggi tra Fabrizio Miserocchi, direttore generale dello IOR, e Giuseppe Camorani, presidente della società sportiva forlivese.

All’avvio del match coach Marco Breviglieri ha schierato in campo lo starting six titolare composto da Balboni alla regia, Smirnova opposto, Saccomani e Aguero in attacco, Strobbe e Assirelli centrali, con Gibertini e Ferrara nel ruolo di libero. Dal lato opposto William Droghei ha replicato Muri al palleggio, Moreno Pino opposto, Barboni e Talamazzi in attacco, De Arcangelis e Bertaiola centrali, con Zampedri libero.

Si inizia con Saccomani in battuta e Aguero che realizza il primo punto per Forlì. Le laziali osano e si portano in vantaggio (3-4). Seguono fasi di studio per le due squadre che procedono punto a punto, fino al 9 pari. Con Saccomani in battuta, Aguero in schiacciata e Strobbe a muro portano avanti le aquile al tempo tecnico con il punteggio di 12 a 9. Alla ripresa del gioco le laziali tentano una timida riscossa (13-11). Aguero e compagne sono implacabili. Sul 15 a 11, Anagni chiede la prima sospensione del gioco, poi sul 20-13 Droghei prova di nuovo a richiamare la sua squadra all’ordine senza però riuscire a cambiare le sorti del set. Con nove set ball a disposizione, le aquile di Forlì chiudono 25 a 16.

Sin dall’inizio del secondo set si ripropone l’andamento rilevato nel primo. Le aquile concedono qualche spazio alle ospiti (3-3) ma poi si distendono e allungano. Si portano sul 10 a 5 quando Droghei chiama la prima sospensione discrezionale del set. Si torna in campo e, dopo pochi scambi, con un errore in battuta della ex Moreno Pino (con la colombiana sono altre due le ex di questa sera: Elisa Muri e Lola De Arcangelis) suona la sirena del tempo tecnico (12-8). Nella seconda parte del set le rossoblu di Anagni riescono a riavvicinarsi (18-16). Breviglieri chiama allora il suo primo discrezionale della serata per strigliare le sue ragazze che al rientro in campo si scrollano di dosso le avversarie e chiudono anche il secondo set con lo stesso punteggio del primo: 25 a 16.

Le aquile di Forlì vengono da otto giorni di fuoco con due trasferte vinte con Filottrano e Trento. Anagni approfitta di un momento di deconcentrazione della Volley 2002 per partire forte nel terzo set, strappando i primi 4 punti alle aquilotte. Breviglieri richiama all’ordine le sue che tornano in campo determinate a concludere in fretta. Aguero anche questa sera sugli scudi e due palle messe a terra da Smirnova e Assirelli e le aquile si portano avanti (8-7). Con un attacco vincente di Kenny Moreno, Anagni prova a resistere (10-10). Una scatenata Marylin Strobbe realizza poi due punti e porta le aquile al time out avanti di due lunghezze. Si torna in campo con un ace di Saccomani e una bomba dell’incontenibile Tai Aguero (14-10) e Droghei è costretto a chiamare l’ennesimo discrezionale per Anagni. La musica non cambia, le aquile sono spietate (17-11) e nuovo time out per Anagni. Fasi finali del set e della partita senza stravolgimenti. Sul 22 a 17 Breviglieri chiama il discrezionale per incitare le aquile a concludeer. Sul finale da segnalare una bomba di Strobbe e il pallonetto di Saccomani con cui La Volley 2002 chiude il set 25 a 18.

Al termine dell’incontro Breviglieri, ha commentato così il risultato: “Siamo reduci da una settimana intensa. Tre partite in otto giorni sono pesanti per chiunque, però l’aver raccolto 9 punti in queste tre partite ci fa sentire molto meno la stanchezza e poi vincere aiuta ad acquisire sicurezza. In questa fase ci stiamo forse esprimendo non al nostro meglio ma sicuramente a un livello che ci consente di essere primi in classifica. Arriveranno partite difficili, partite impegnative che ci diranno se siamo diventati grandi. In vista di queste partite stiamo lavorando tanto e il lavoro aiuta a crescere e a vincere. Ma in generale ciò che aiuta è avere giocatrici di spessore come quelle che Forlì quest’anno ha”.

“Stiamo continuando a vincere e finché si vince va tutto bene - afferma il presidente della Volley 2002, Giuseppe Camorani -. Presto incontreremo le nostre avversarie dirette e allora vedremo effettivamente di che pasta siamo fatti. Vedremo la nostra forza effettiva, vedremo se il nostro primato verrà confermato o se dovremo ritarare qualcosa. Abbiamo vinto le prime sette partite, quattro delle quali giocate in trasferta anche su campi ostici. Ritengo allora che qualche banco di prova lo abbiamo già superato. Al momento però dobbiamo continuare a stare sempre ben concentrati perché se all’inizio eravamo visti come una forza del campionato, ora siamo primi. Ciò significa che non possiamo rilassarci mai perché, e lo abbiamo visto anche questa sera nel terzo set, ogni avversario gioca con noi a viso aperto, non avendo nulla da perdere, e quando non hai niente da perdere giochi la tua partita fino in fondo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza vittoria in otto giorni: le aquilotte consolidano la vetta della classifica

ForlìToday è in caricamento