rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Sport

Volley, debutto vincente per coach Vercesi: strapazzata Caserta

Una nuova iniezione di fiducia in vista del match di ritorno della semifinale di Coppa Italia di A2 che si giocherà al PalaRomiti contro Pesaro, tra tre giorni, mercoledì, alle ore 20.30

Quella che si è appena conclusa è stata senza dubbi una settimana impegnativa e piena di sorprese per la Volley 2002 Forlì: martedì le dimissioni di Marco Breviglieri, mercoledì la trasferta vittoriosa a Pesaro per la Coppa Italia, giovedì l’annuncio dell’incarico ad Angelo Vercesi che, dopo aver ricevuto la chiamata, ha letteralmente preso al volo un aereo e venerdì è arrivato a Forlì dal Brasile per dirigere sabato la sua prima sessione di allenamento. Il ritorno di Vercesi sulla panchina di Forlì, accolto con grande calore dal pubblico del PalaRomiti, non poteva andare meglio. Le aquilotte hanno strapazzato Caserta per 3-0. Una nuova iniezione di fiducia in vista del match di ritorno della semifinale di Coppa Italia di A2 che si giocherà al PalaRomiti contro Pesaro, tra tre giorni, mercoledì, alle ore 20.30.

"Ho cercato di dare spazio a tutte le ragazze e loro hanno capito perché sono tutte brave e sanno che dobbiamo giocare come una squadra - ha dichiarato coach Vercesi -. Le giocatrici sono dodici e con tutte loro dobbiamo dimostrare di essere aggressivi in ogni reparto. L’allenatore prima di me ha fatto un bel lavoro, io devo solo sistemare le sequenze. Sono molto contento di essere tornato a Forlì, ho grande stima nel presidente e per questo farò di tutto per onorare la fiducia che ha riposto in me portando questa squadra a concludere gli obiettivi che ci si è prefissi. Vorrei fare anche un appello ai tifosi e invitarli a venire numerosi al PalaRomiti perché questa squadra se lo merita e perché è un vero piacere seguirla. Forlì, la società e la squadra hanno bisogno del sostegno di tutti i tifosi”.

“Prima di tutto è doveroso fare un grandissimo complimento alle ragazze che hanno dato prova di essere una squadra che merita il ruolo di capolista - ha dichiarato il presidente onorario, Marco Di Maio -. Questa vittoria potrebbe sembrare banale ma non lo è stata affatto. Soprattutto è stata importante la reazione che c’è stata nel secondo set quando eravamo finiti sotto di qualche punto e siamo riusciti a reagire in maniera molto forte ed efficace. Questo vuol dire che il carattere c’è e per vincere serve carattere e convinzione dei propri mezzi. E' stata una bella vittoria che viene dopo la sconfitta della settimana scorsa e dopo il cambio d’allenatore. Una vittoria di carattere che ci fa molto ben sperare per il prosieguo del campionato e per gli altri imminenti impegni di Coppa Italia”.

LA PARTITA - Vercesi schiera in campo lo starting six titolare da inizio stagione, con Balboni alla regia, Smirnova opposto, Saccomani e Aguero in attacco, Strobbe e Assirelli centrali, Gibertini e Ferrara ad alternarsi nel ruolo di libero. Dal lato opposto Gaetano Gagliardi mette in campo: De Lellis al palleggio, Percan opposto, Harelik e Lotti in attacco, Casillo e Facchinetti centrali, con Barone libero. Unica ex in campo questa sera è Sonja Percan, capitana della squadra casertana, che ha vestito la maglia di Forlì nelle stagioni 2005-2006 e 2008-2009.

Si inizia con Caserta al servizio e Smirnova che conclude a terra la prima palla del match. Il secondo punto viene da un attacco di Aguero, poi Caserta realizza il primo punto (2-1). Si prosegue con Aguero a segno due volte, Smirnova che piega le mani del muro avversario e Aguero in battuta che fa volare Forlì (7-2). In queste fasi iniziali la superiorità delle Aquile è schiacciante. Sul 10 a 3 la panchina di Caserta chiama la prima sospensione della serata. Con una schiacciata di Saccomani e un errore in attacco delle campane si arriva presto al tempo tecnico (12-4). Si torna a giocare con le campane che provano a reagire con una serie positiva di Percan al servizio. Dopo uno scambio interminabile si portano sul 14 a 9. Caserta realizza anche il punto successivo e coach Vercesi chiama il primo time out. Si riprende a giocare con le Aquile che forzano il gioco con gli attacchi di Smirnova e Saccomani. Caserta è avversaria più ostica di quanto fosse sembrato nelle battute iniziali. Sul 20 a 16 nuovo discrezionale richiesto dall’allenatore ospite. Si entra nella fase cruciale del set. In campo si combatte e a bordo campo Vercesi incita le sue ragazze. Saccomani mette nell’angolo una palla difficile e si va al primo set ball che viene vanificato. Ma al secondo tentativo è Smirnova a mettere a segno il punto decisivo: 25-21.

Il secondo set inizia in salita per le Aquile, 0-4 e Vercesi costretto a chiamare la sospensione. Alla ripresa del gioco continua la serie positiva in
battuta di Facchinetti. Vercesi mette allora in campo Ventura per Saccomani e Strobbe conquista il primo punto del set. La stessa Strobbe va poi in battuta e realizza un bel ace. Un successivo errore in difesa delle casertane e Forlì torna sotto (3-5). Le Aquile si ricompattano e trovano la parità (7-7). Con Assirelli a segno due volte e i muri di Strobbe e Smirnova passano quindi in vantaggio (11-9). Il punto che fa suonare la sirena del tempo tecnico viene grazie a un attacco messo a segno su una fast di Strobbe. Si torna in campo e le Aquile spiccano il volo con Smirnova e Aguero che trascinano le compagne (17-12). Il time out chiamato da Caserta porta consiglio alle ospiti che acquistano fiducia e si riavvicinano. Sul punteggio di 18 a 15 è Vercesi a chiedere la sospensione. Aguero conclude e Caserta commette alcuni errori in attacco (21-16). Nel finale del set prevalgono nettamente le Aquile che concludono d’autorità col punteggio di 25 a 19.

L’inizio del terzo set vede una serie positiva di Strobbe al servizio (4-0). Le ospiti sono in difficoltà e sembrano accusare psicologicamente i due set di svantaggio. Capitan Ventura scaglia a terra un attacco imprendibile (9-2). Il tempo tecnico arriva con le Aquile imperiosamente avanti di sette lunghezze. Si torna a giocare con Smirnova in battuta e Strobbe che mette a segno un’altra fast, al termine di un lungo scambio che vede Ferrara protagonista di due splendide difese. Non c’è storia nel terzo set, Forlì deve solo amministrare. E lo fa con grande autorevolezza, costringendo la panchina casertana a chiedere il primo discrezionale del set (18-9) e subito dopo il secondo (20-10). Il finale non riserva sorprese. Da segnalare solo il triplo cambio di Vercesi che fa scendere in campo Bonciani, Guasti e Ceron. Una botta di Ceron e un fallo in palleggio di Caserta conducono alla chiusura del set (25-14) e del match.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, debutto vincente per coach Vercesi: strapazzata Caserta

ForlìToday è in caricamento