rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Sport

Volley, altra sfida impossibile: la Banca di Forlì in trasferta a Conegliano

Quanto visto e, purtroppo sprecato, nelle gare di casalinghe con Ornavasso e Bergamo dovrà vedersi anche nello storico PalaVerde di Villorba

Il ciclo di tre partite in sette giorni della Master Group Volley Cup per la Banca di Forlì si chiude decisamente in salita con la sfida alle vicecampionesse d’Italia dell’Imoco Volley Conegliano attualmente seconde in classifica. La crescita tecnica e caratteriale che Ventura e compagne hanno dimostrato nelle partite precedenti è ora messa alla prova dalla gara più insidiosa della settimana. Primo obiettivo della squadra guidata da Biagio Marone è quella di confermarsi nonostante il valore di Conegliano.

Quanto visto e, purtroppo sprecato, nelle gare di casalinghe con Ornavasso e Bergamo dovrà vedersi anche nello storico PalaVerde di Villorba. Un match nel quale la Banca di Forlì potrà contare su una Georgina Soledad Pinedo in più. La schiacciatrice argentina dopo un periodo condizionato da uno stato non al top della sua schiena, sta impressionando per carattere (solare e grintoso) e percentuali d’attacco. Nella gara con Bergamo ha giocato un set e mezzo attaccando 17 palloni e chiudendo con un efficace 53% offensivo (9 punti conquistati), mentre in quella con Ornavasso ha completato la sua gara (meno di un set) con il 43%.

Numeri che piacciono e che accendono una sana competizione interna con le compagne di ruolo. La squadra di Marone persegue la salvezza anche con ritmi di allenamento molto alti, tornando in palestra già ieri pomeriggio. Il percorso di avvicinamento è proseguito con una doppia seduta di allenamento venerdì (pesi al mattino e tecnica al pomerggio) ed una di tecnica nella giornata di sabato. La partenza per il PalaVerde è fissata per domenica mattina alle ore 8.

“La mia squadra deve continuare a credere in se stessa, torno a ripetere che il gioco messo in campo con Bergamo non è da ultima in classifica e di questo le mie giocatrici devono essere convinte - afferma Marone -. Possiamo migliorare ancora, la crescita di alcuni contributi in attacco come quelli di Spelman, Ventura e Pinedo e la contemporanea riduzione di errori nei momenti cruciali possono portarci le soddisfazioni che meritiamo. Con Conegliano ci vuole una prova superlativa ma non dobbiamo lasciarci spaventare dalla loro forza perché non possiamo fare passi indietro. All’orizzonte ci sono già Casalmaggiore e lo scontro diretto con Frosinone e lì oltre ad essere pronte dovremo essere concrete come mai siamo state prima”.

LE AVVERSARIE
Dopo aver archiviato con delusione Champions League e Coppa Italia, l’Imoco Volley Conegliano sta concentrando tutta la propria energia e determinazione sul campionato dove è intenzionata a prenotarsi un posto in finale scudetto. Dal 29 gennaio, giorno dell’amara sconfitta nei quarti di finale di Coppa Italia, le Pantere venete hanno solo ottenuto successi in regular season (4 su 4). La striscia vincente in campionato si allunga a 7 gare, considerando che l’ultimo stop risale al 22 dicembre quando Conegliano fu sconfitta da Piacenza.

Dall’andata la società veneta ha piazzato il colpo di mercato Gibbemeyer. La centrale statunitense, lo scorso anno a Pesaro e fino al 30 gennaio 2014 al Lokomotiv Baku, ha ridato respiro e qualità al reparto delle centrali, il quale dall’infortunio di Calloni era rimasto privo di alternative a Barazza e Kauffeldt. Lo starting six tipo di coach Marco Gaspari è formato da Lloyd in palleggio, Nikolova opposta, Barazza e Gibbemeyer centrali, Barcellini e Fiorin schiacciatrici con De Gennaro nel ruolo di libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, altra sfida impossibile: la Banca di Forlì in trasferta a Conegliano

ForlìToday è in caricamento