rotate-mobile

I forlivesi si rimboccano le maniche, la lotta ora è contro spanne di fango. Enormi cataste di rifiuti sui marciapiedi

Con il ritirarsi delle acque, quello che è rimasto in terra è una spanna e oltre di fango, a ricoprire strade, giardini, negozi, per non parlare dei piani terra degli edifici. In migliaia si sono rimboccati le maniche, con tanti volontari che si sono prodigati dove era richiesto di spalare fango e gettare via arredi ormai irrimediabilmente rovinati. Le strade dei quartieri colpiti (Cava, Romiti, Schiavonia, San Benedetto, Villafranca e Roncadello) sono state un brulicare di gente al lavoro. Sono partite anche le verifiche statiche. In corso Garibaldi ha destato la preoccupazione di alcuni residenti il cedimento di una vetrina al piano terra. In corso le verifiche statiche qui come in altri edifici della città.

Tutte le notizie in diretta

Video popolari

I forlivesi si rimboccano le maniche, la lotta ora è contro spanne di fango. Enormi cataste di rifiuti sui marciapiedi

ForlìToday è in caricamento