rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Chi era San Mercuriale: "Era minuto e portava i segni della fatica della vita". La curiosità: "Non aveva carie"

Alto 160 centimetri e sofferente di osteoporosi. Sono stati presentati domenica pomeriggio nell'Abbazia di San Mercuriale i risultati preliminari sullo studio delle reliquie del Santo patrono di Forlì. Il progetto, iniziato con la "ricognizione canonica"„ nasce grazie ad una proficua collaborazione tra ricercatori ed istituzioni. Protagonisti dell' iniziativa il gruppo Ausl Romagna Cultura, il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Bologna - sede di Ravenna e la Diocesi di Forlì-Bertinoro, con il contributo del Lions Club Forlì-Cesena Terre di Romagna, particolarmente attivo su attività di valorizzazione e tutela della città di Forlì, che si è dimostrato immediatamente sensibile all’importante iniziativa.

L'ANALISI: SAN MERCURIALE AI "RAGGI X"

Video popolari

Chi era San Mercuriale: "Era minuto e portava i segni della fatica della vita". La curiosità: "Non aveva carie"

ForlìToday è in caricamento