Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

A Forlì "zero spreco": gli avanzi dal ristorante si portano a casa con la "Food Bag"

Destinatari dell'iniziativa sono i ristoratori coinvolti del comune di Forlì e i consumatori

 

Parte a Forlì il progetto “Food Bag” finalizzato alla riduzione degli sprechi alimentari. Destinatari dell'iniziativa sono 21 ristoratori coinvolti del comune di Forlì e i consumatori. A presentare la novità Giuseppe Petetta, assessore alle Politiche ambientali ed energetiche del Comune di Forlì, e Massimo Brusaporci, di Alimos Soc.Coop di Cesena. “Food bag” è un progetto complesso e strutturato, che è condiviso con le associazioni di categoria dei ristoratori e che ha visto il confronto con l’autorità sanitaria locale.

Con il progetto ‘Qui zero spreco’ si vuole incoraggiare i clienti dei ristoranti a portare a casa le eventuali rimanenze delle pietanze che hanno ordinato, per poterle consumare in seguito ed evitare, così, che si trasformino in rifiuti. Per realizzare questo percorso, tutti i ristoratori aderenti sono stati dotati di vaschette e sacchetti in cui riporre gli alimenti avanzati. Questi contenitori possono, inoltre, essere riutilizzati più volte, prima del loro smaltimento nei corretti contenitori della raccolta differenziata. Il format è destinato ai ristoratori del territorio, ai loro clienti e più in generale a tutti i cittadini, attraverso l’effetto moltiplicatore del passaparola e grazie alla promozione sui social del progetto. Tramite piccoli gesti per combattere lo spreco alimentare, ‘Qui Zero Spreco’ introduce un nuovo modo di pensare la sostenibilità, che genera valori sociali condivisi affinché le buone pratiche di riciclo possano in futuro diventare abitudine diffusa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento