Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Morto in un terribile schianto, commosso addio all'ex magistrato onorario Benedetto Maria Giorgi

Terminata la funzione religiosa, è seguita la tumulazione al cimitero monumentale di via Ravegnana, nella cappella di famiglia degli Albicini

 

Commosso addio mercoledì mattina, in Duomo, a Benedetto Maria Giorgi, il 54enne morto sabato sera in in un incidente stradale e volto noto conosciuto in città avendo per anni rivestito la carica di magistrato onorario al tribunale di Forlì. Le esequie sono state officiate da don Giancarlo Barucci. Terminata la funzione religiosa, è seguita la tumulazione al cimitero monumentale di via Ravegnana, nella cappella di famiglia degli Albicini.

L'incidente

Intanto proseguono gli accertamenti della Polizia Municipale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, che hanno proceduto ai rilievi di legge sul luogo del sinistro, verificatosi intorno alle 19 in via Bidente a Magliano. Sembra che Giorgi, a bordo della propria "Dacia Sandero", si fosse appena immesso da via Ferrazano in direzione Forlì, con una svolta a sinistra, e che quindi fosse ancora in fase di accelerazione quando da dietro è sopraggiunta (probabilmente ad alta velocità) la "Mercedes Classe A" condotta da un 25enne meldolese che, dopo averla colpita, ha scaraventato l’auto del 54enne prima contro un palo per poi finire ribaltata al centro della carreggiata.

Giorgi è morto sul colpo nonostante il prodigarsi dei sanitari del 118 giunti sul posto. I segni della frenata non sono particolarmente evidenti. La Classe A a quanto sembra sarebbe dotata di una “scatola nera” installata per fini assicurativi: le forze dell’ordine acquisiranno i dati della black-box per sapere con certezza a che velocità stesse procedendo il meldolese nel momento dell’impatto. Il 25enne è stato segnalato all’autorità giudiziaria per omicidio stradale, la sua patente è stata ritirata ed il mezzo sequestrato. Gli esami medici sul giovane consentiranno di dare certezza alla probabile guida in stato di ebbrezza alcolica. L'inchiesta è seguita dal sostituto procuratore Lucia Spirito.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento