Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inaugurata la mostra sull'Ex casa del fascio e dell'ospitalità di Predappio

Dopo il debutto internazionale alla sala stampa estera di Roma di fine ottobre, il "Progetto Predappio" per l'allestimento museografico nella Ex Casa del Fascio e dell'Ospitalità si presenta ora ufficialmente, attraverso un percorso espositivo allestito nella Casa Natale Mussolini. L'inaugurazione è andata in scena sabato alle 15.30, seguita da un incontro al Teatro Comunale alle 16.30, nel corso del quale Marcello Flores, coordinatore del Comitato Scientifico, ha illustrato le linee culturali e le caratteristiche del progetto. Ad affiancare Flores c'era Roberto Pinza, presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Alberto Zambianchi, presidente Serinar, Davide Drei, presidente della Provincia di Forlì-Cesena e Giorgio Frassineti, sindaco del Comune di Predappio e presidente dell'Unione dei Comuni Romagna Forlivese.

La Città di Predappio, integralmente costruita negli anni ’30 e pensata per ospitare migliaia di visitatori, anche da punto di vista architettonico rappresenta una forma di celebrazione del regime fascista, in un ambiente che doveva contribuire alla costruzione del suo mito. Tra i tanti luoghi della memoria presenti in Italia, è forse l’unico in cui la “memoria” si presenta sovraccarica di ambiguità, costretta in un conflitto non voluto tra la sua immagine e le sue aspirazioni culturali. Da diversi anni l’amministrazione comunale ha avviato un percorso teso a mettere in risalto la centralità della ricerca storica, contrapposta ad una visione idealizzata e politicamente strumentale della memoria, incline a ricorrenti tentazioni di mitizzare o rimuovere il passato. In questa prospettiva è maturata l’idea di costruire, in un edificio monumentale di notevole valore simbolico come l’Ex Casa del Fascio e dell’Ospitalità, un grande centro internazionale di ricerca storica, rivolto allo studio ed alla diffusione della conoscenza sulle dittature e sui totalitarismi che hanno caratterizzato il '900, all’interno del quale troverà spazio anche un'esposizione storica sul fascismo, destinata a svolgere una significativa opera di informazione culturale sul periodo fra le due guerre in Italia.

Il progetto di questo percorso museografico è stato presentato nella mostra allestita fino al 5 novembre 2018 nella Casa Natale Mussolini di via Varano Costa, che fino al 24 dicembre sarà aperta nelle giornate di sabato, domenica e festivi (tutti i giorni dal 26 dicembre al 7 gennaio, escluso il 1°), dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. Dopo la chiusura invernale (dall'8 gennaio al 23 marzo 2018) riaprirà i battenti il 24 marzo, fino al 5 novembre.

Si parla di

Video popolari

Inaugurata la mostra sull'Ex casa del fascio e dell'ospitalità di Predappio

ForlìToday è in caricamento