La Ginecologia-Ostetricia di Forlì si rinnova: nuovi ambulatori, tecnologie tridimensionali e giovane staff

A presentare le principali novità il direttore dell'Unità Operativa, Luca Savelli, Paolo Masperi, direttore sanitario del presidio ospedaliero di Forlì, e Mattia Altini, direttore sanitario dell'Ausl Romagna

Il servizio di Ginecologia-Ostetricia dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" si rinnova  con quattro nuovi ambulatori, due nuovi ecografi tridimensionali e staff implementato. A presentare le principali novità il direttore dell'Unità Operativa, Luca Savelli, Paolo Masperi, direttore sanitario del presidio ospedaliero di Forlì, e Mattia Altini, direttore sanitario dell'Ausl Romagna. "Nei nuovi ambulatori allestiti al secondo piano del Padiglione Vallisneri - spiega il dottor Savelli - si eseguiranno ecografie ginecologiche ed ostetriche, isteroscopie, colposcopie, ecografie per diagnosi di sterilità, endometriosi, dolore pelvico cronico. A regime, in queste strutture, potremo effettuare circa ottomila prestazioni all'anno, prenotabili direttamente al numero 0543 731867. I due nuovi ecografi tridimensionali appena acquisiti dal reparto rappresentano  l'ultima generazione della diagnostica ecografica e  la strumentazione "indispensabile per l'ostetricia e la ginecologia moderna".

"Serviranno - spiega il dottor Savelli - per la diagnosi precoce delle malformazioni fetali, dei ritardi di crescita fetali, e di tutte le patologie ginecologiche. Queste nuove tecnologie saranno fondamentali per la diagnosi e il trattamento delle pazienti che necessitano di una fecondazione assistita e che soffrono di endometriosi, patologia per la quale vorremmo creare un centro specializzato proprio nell'ospedale di Forlì".

"Questa riorganizzazione  si inserisce in una ristrutturazione generale del reparto - spiega il dottor Masperi  - L'attività chirurgica ginecologica si trasferirà a breve nel Padiglione Morgagni insieme alla Chirurgia Senologica. Questo permetterà la creazione di un polo chirurgico dedicato ai tumori femminili. L'attuale reparto, invece, liberandosi degli spazi, verrà utilizzato per la parte ostetrica e ambulatoriale".

"Questa realizzazione è  la testimonianza che l'Ausl Romagna ha continuato ad occuparsi anche di tutte le patologie non Covid - aggiunge Altini -. Il nuovo direttore della Unità Operativa ha implementato, con il suo arrivo e le sue competenze, nuove progettualità. Ci poniamo altri due importanti obiettivi: valorizzazione del capitale umano e rinnovamento delle tecnologie.  In questo caso abbiamo rinnovato i locali, oltre che le tecnologie, e stiamo reclutando giovani professionisti per questo settore".

"Ringrazio moltissimo - conclude Savelli - questa Direzione per avermi dato la disponibilità di acquisire nuovissime attrezzature e anche nuovo personale qualificato. Abbiamo implementato e anche innovazioni tecniche che, tramite isteroscopia, evitano interventi chirurgici. Da due mesi effettuiamo infatti, a Forlì, delle isteroscopie non solo diagnostiche, ma anche terapeutiche. Infine offriamo ecografie esperte e di secondo livello a livello romagnolo. Un non meno trascurabile obiettivo di queste tecnologie è di far partecipare il paziente all'ecografia, non solo subirla".

Video popolari

La Ginecologia-Ostetricia di Forlì si rinnova: nuovi ambulatori, tecnologie tridimensionali e giovane staff

ForlìToday è in caricamento