Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parcheggio dimenticato, non basta la pulizia: ritorna guano, sporcizia e abbandono

 

L'opera di pulizia e di disinfestazione purtroppo non è stata sufficiente. E così resta nel degrado il parcheggio 'Forlanini' che si trova sotto l'hotel Executive in viale Vittorio Veneto. All'inizio di giugno il Comune aveva annunciato finalmente la tanto attesa opera di disinfestazione. Assieme alla pulizia, anche l'allontanamento dei volatili. La chiusura si è protratta per alcuni giorni con l'obiettivo, per così dire, di “disabituare” i piccioni allo stazionamento all'interno del parcheggio. Purtroppo, però, a due mesi di distanza poco è cambiato nonostante gli sforzi. I piccioni sono ancora lì, alcuni giacciono morti per terra. Siamo tornati a documentare la situazione, dopo un primo video pubblicato a marzo che ha reso evidente l'urgenza di un intervento di radicale recupero igienico di una struttura ormai quasi abbandonata. Ebbene, al nostro ritorno di guano ne abbiamo trovato meno, ma inizia di nuovo ad accumularsi sotto le travi che sono state elette nuovamente a colonia da parte dei volatili, che sono ancora lì. E poi ancora sporcizia nell'area del parcheggio sotterraneo o sulle scale per salire in superficie. Insomma, poco è cambiato. L'intervento del Comune non ha riguardato i muri e le scritte che permangono a rendere l'ambiente poco accogliente, sinistro e di conseguenza poco utilizzato. Anche le auto parcheggiate sono poche, segno anche che questa struttura – che non è mai entrata nelle consuetudini dei forlivesi, come molti altri parcheggi sotterranei – resta un'area off limits per chi deve parcheggiare per raggiungere il centro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento