rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

"Co-come mai", lo sfottò forlivese anima lo sciopero per il clima: i "Fridays for future" le cantano al mondo della politica

Striscioni colorati, ma anche tanta musica. Venerdì mattina i giovani hanno sfilato per le vie del centro forlivese in difesa del clima per il nuovo sciopero globale organizzato da Fridays For Future. Dai gradini del monumento di Piazzale della Vittoria si sono alternati interventi da parte di importanti esperti, con qualche intermezzo musicale dal vivo dei LoudBanner. "A ottobre e novembre la politica internazionale si riunirà a Milano e poi a Glasgow per la Cop26. Ed qui che ci giochiamo tutto - rimarca Agnese -. In futuro non ci sarà un'altra conferenza mondiale per prendere le decisioni ambiziose di cui abbiamo bisogno ora. Domani sarà già troppo tardi. Agli adulti chiediamo di sentirsi parte di questo momento storico e di non lasciarci soli".


"Uniti per il clima, riscriviamo la Storia”, è l’appello: "L'unica possibilità che abbiamo per evitare che le conseguenze dell’emergenza climatica siano ancora più catastrofiche, e per avere un futuro vivibile su questa Terra, è mantenere il riscaldamento globale entro +1,5 °C rispetto al periodo pre-industriale. Questo lo conferma anche l'ultimo report dell'Ipcc, pubblicato in agosto. Un vero e proprio ultimatum: la strada per rispettare quel limite è strettissima, ma la buona notizia è che possiamo ancora fare tutto per evitare il collasso climatico. Conosciamo le soluzioni da tempo, ma non abbiamo mai agito trattando l’emergenza climatica come tale. Perché quello che manca non sono le soluzioni, ma la volontà politica di metterle in atto".

Video popolari

"Co-come mai", lo sfottò forlivese anima lo sciopero per il clima: i "Fridays for future" le cantano al mondo della politica

ForlìToday è in caricamento