Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le divise sfilano in centro: Forlì celebra la Festa delle Forze Armate

La festa si riferisce al 4 novembre 1918, quando entrò in vigore l’armistizio di Villa Giusti (firmato il 3 novembre 1918) che pose fine alla Prima Guerra Mondiale

 

Tanti bambini a sventolare il tricolore. Anche Forlì ha celebrato la "Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forza Armate", ricorrenza istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale, evento bellico considerato completamento del processo di unificazione risorgimentale. Lunedì, alle 9 al Sacrario ai Caduti di Forlì si è svolta una funzione religiosa in suffragio celebrata dal vescovo Livio Corazza. E' seguita in piazza Morgagni la cerimonia istituzionale, alla presenza delle istituzioni locali, rappresentanze militari, associazionistiche e d'Arma. Qui ha avuto luogo la cerimonia dell’Alzabandiera e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Sfilata in centro storico

Le rappresentanze militari, le associazioni e le autorità presenti, hanno sfilato poi lungo Corso della Repubblica fino a Piazzale della Vittoria, dove è stata data lettura della motivazione della Medaglia d’Oro al Milite Ignoto e dove è stata deposta corona al Monumento ai Caduti alla presenza del prefetto Antonio Corona. Gli onori sono stati resi dalla Compagnia di Formazione Interforze. Lunedì è stata aperta al pubblico la Caserma “De Gennaro” di viale Roma 151, sede del 66esimo Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste". Sempre lunedì è stato aperto al pubblico il Museo Storico “Dante Foschi”, in via Maroncelli 3 alla Casa del Mutilato.

La festa

La festa si riferisce al 4 novembre 1918, quando entrò in vigore l’armistizio di Villa Giusti (firmato il 3 novembre 1918) che pose fine alla Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti a difesa della patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto” all’Altare della Patria di Roma e, l’anno dopo, con il Regio decreto del 23 ottobre 1922, il 4 novembre fu dichiarato Festa nazionale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento