Unieuro a valanga: contro Roseto è un "allenamento" davanti al pubblico delle grandi occasioni

Prima dell’inizio della gara è stato premiato Pierpaolo Marini come MVP del girone Est nel mese di gennaio, vincitore con oltre 1100 voti dei fan social di LNP

Dopo il mezzo passo falso di Verona, l’Unieuro torna alla vittoria e si prende matematicamente il secondo posto con due giornate di anticipo dal termine della regular season. Nessun problema contro il fanalino di coda Roseto, schiacciato per 96-54 al termine di una partita quasi d’allenamento, tra due squadre di differenti categorie. Erik Rush (16) è stato il più prolifico dei biancorossi, tutti e 12 scesi in campo. Prossimo appuntamento mercoledì 26, quando i biancorossi saranno impegnati in trasferta a Piacenza. Non si gioca infatti domenica per gli impegni con le rispettive nazionali di Klaudio Ndoja ed Erik Rush. Prima dell’inizio della gara è stato premiato Pierpaolo Marini come MVP del girone Est nel mese di gennaio, vincitore con oltre 1100 voti dei fan social di LNP. L’orario ed il contributo delle scuole hanno permesso la presenza di quasi 4.000 tifosi sugli spalti.

La partita

Dell’Agnello parte con Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Benvenuti. Sin dall’inzio si nota l’ampio divario tra le due squadre, i biancorossi si portano sul 4-0 dopo 1’13” grazie a Benvenuti (dal colorato) e Rush. Un errore di Watson permette a Nikolic di segnare i primi due punti abruzzesi, poi ancora Erik Rush trova la prima bomba dell’incontro. 2/2 da colorato per Rodríguez, poi altra tripla di Rush, che fissa il 10-4 a 3’41” costringendo Roseto al primo timeout del match. C’è solo una squadra in campo, che si porta sul 19-5 dopo la bomba di Petrovic su assist di Rush, a 3’4” dalla fine del primo quarto Roseto spende un altro timeout. Il primo di Dell’Agnello arriva a 9’21”, dopo il canestro del 22-13 dell’ex Pierich (applaudito nel pre partita). Alla sirena entra la tripla di Watson, che raddoppia il punteggio ospite: 26-13 dopo 10’ di gioco.

Secondo quarto non tanto diverso dal primo, bella bomba di Kitsing a 11’49” per il 33-15, seguita da quella di Rush. Roseto ha grosse difficoltà sotto canestro, trova però la sua prima tripla con Rodriguez a 13’16”, che porta gli “Sharks” a -18 (36-18). Da 3 anche per Ndoja, 41-21. Quasi più un allenamento che una partita per la Pieffe, che macina punti tenendo un ritmo di gioco più che basso. Le triple forlivesi entrano quasi tutte: prima Rush, poi Ndoja, per il 55-25 dopo 18’57”. Prima dello scoccare dei 20’, l’ex Pierich insacca un libero: 55-26.

L’ampiezza del vantaggio consente ai padroni di casa di giocare con estrema tranquillità e lucidità, ingredienti che mantengono alta la percentuale al tiro di Forlì (60%) ed il vantaggio (70-34 dopo la bomba di Marini a 26’15”). Primi due punti anche per Campori 58” più tardi, che valgono il 75-35. 81-41 dice il tabellone luminoso al termine del terzo quarto, tutto facile per Forlì. +44 Forlì dopo i due tiri dal colorato di Oxilia a 32’9”. Canestro da due di Nikolic, poi seconda bomba del match di Kaspar Kitsing, 88-43 a 33’31”. L’estone classe 2001 trova poi il suo ottavo punto su assist di Watson, 92-45. Standing ovation per Pierpaolo Marini, che a 2’32” dal termine fa spazio al giovane Federico Cinti. Finisce 96-54, tutto facile per i biancorossi.

Tabellino

UNIEURO FORLÌ – SAPORI VERI ROSETO 96-54 (26-13; 55-26; 81-41)

UNIEURO FORLÌ: Rush 16, Kitsing 8, Giachetti 5, Campori 2, Watson J 9, Petrovic 7, Marini 13, Cinti, Oxilia 13, Benvenuti 2, Bruttini 11, Ndoja 10. All: Dell’Agnello.
SAPORI VERI ROSETO: Mabor NE, Palmucci, Dincic 14, Mouaha 1, Nikolic L. 6, Adeola 1, Cocciaretto NE, Gaeta NE, Bayehe, Rodriguez 16, Pierich 8, Nikolic M. 8. All: D’Arcangeli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPETTATORI: 3.885

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento