Prosegue l'attività sismica nell'entroterra forlivese: serie di deboli scosse nella notte

Si tratta di scosse "strumentali", che non vengono percepite dalla popolazione

Prosegue l'attività sismica nell'entroterra forlivese, iniziata sabato pomeriggio con una serie di scosse, la più importante delle 18.52, con magnitudo 3.7, seguita due minuti dopo da un altro evento di 2.9 e poi nella notte tra sabato e domenica da un terremoto di magnitudo di 3.6. Dalla mezzanotte di lunedì sono state registrate dai sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma otto lievi scosse, la più intensa delle quali a sette chilometri a sud-est di Premilcuore con magnitudo 2 Richter ed ipocentro a cinque chilometri di profondità. Si tratta di scosse "strumentali", che non vengono percepite dalla popolazione.

Da sabato pomeriggio la terra ha tremato per ben 49 volte: nel conteggio è compresa anche una scossa di magnitudo 1.5 Richter a circa tre chilometri da Bagno di Romagna, registrata alle 16.32 e che ha preceduto quella più intensa di magnitudo 3.7 fra Premilcuore e Santa Sofia, ma avvertite anche in Toscana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave un motociclista

Torna su
ForlìToday è in caricamento