Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Giochi per bambini rotti, mancanti e transennati: la triste estate nei parchi di Forlì

 

E' l'estate dei giochi rotti, non sostituiti né riparati. Il degrado ormai imperversa in molte aree verdi della città e a farne le spese sono soprattutto i giochi per i più piccoli. Non viene risparmiato neanche il Parco della Resistenza, centrale e tradizionalmente molto frequentato dai bambini. Qui nel laghetto le papere nuotano ormai in una palude piena di vegetazione e molti pesci sono stati visti nei giorni scorsi galleggiare ormai morti. Metà delle altalene sono state rimosse nei mesi scorsi e mai più riposizionate, lasciando desolatamente vuoti gli archi che le sorreggevano. In ultimo sono stati transennati dondoli e casette. E' purtroppo lo specchio in cui versano praticamente tutte le aree verdi della città ad eccezione del Parco Urbano. Ci spostiamo per esempio nella zona sud di Forlì, nel parco Carmen Silvestroni di via Campo degli Svizzeri. Qui regna erba alta, abbandono e giochi non più funzionanti. In questa situazione è anche solo impossibile pensare di lasciare correre un bambino, col risultato che regna la desolazione. I giochi rotti, consumati più dall'usura del tempo che dai vandali, non vengono neanche più transennati. Ma se vengono transennati, poco cambia. Una volta recintati, infatti, vengono abbandonati. Ci spostiamo nella zona nord della città e la musica non cambia, qui siamo nella grande area verde di via Leo Gramellini. Giochi off limits. I cartelli che avvisano manutenzioni mai eseguite sono ormai scoloriti e i giochi sono inavvicinabili. Ed è purtroppo la fotografia di praticamente tutte le aree verdi di periferia di Forlì.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento