rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Animali Castrocaro Terme e Terra del Sole

La 'nuova' cinofilia per rafforzare il legame uomo-cane: dai giochi di fiuto al patentino

La 48enne è presidente del centro cinofilo “Compagni di vita”, di Castrocaro, dove vive da anni, racconta a Forlitoday.it questi innovativi approcci al mondo della cinofilia, che passano dai giochi di fiuto, al patentino per cani, alla disciplina 'Hoopers'

Benessere del cane e sviluppo della relazione con l'uomo, anche in contesti sociali ed urbani, questi sono alcuni degli obiettivi che si pone 'Opes Italia cinofilia', nato dall'Ente di Organizzazione per l’educazione allo sport, di cui la forlivese Monica De Stein è referente regionale. La 48enne, presidente del centro cinofilo “Compagni di vita”, di Castrocaro, dove vive da anni, racconta a Forlitoday.it questi innovativi approcci al mondo della cinofilia, che passano dai giochi di fiuto, al patentino per cani, alla disciplina 'Hoopers'.

Come e quando nasce 'Opes Italia cinofilia' e con quali obiettivi? 
Opes Cinofilia nasce anni fa dalla volontà dell'Ente, di rinnovare il settore cinofilia nel panorama italiano: dapprima l'incarico fu affidato a Mauro Cantarelli, poi il progetto da 5 anni è continuato grazie all'impegno di Francesco Fabbri, che ha contribuito ad una crescita sempre incentrata sul benessere del cane. Oggi 'Opes Italia cinofilia' conta oltre 200 realtà sul territorio nazionale con 12 discipline sportive, 8 circuiti di gara nazionale e 4 dipartimenti etici. Siamo una realtà che si fonda sulla condivisione e sul lavoro di squadra, come ci insegna il cane.

Quali sono le discipline di cui si occupa come referente regionale?
Sono referente per il City dog walk (patentino per cani), Hoopers  e i Detection games, (giochi di fiuto) presso il centro cinofilo 'Compagni di vita' di Castrocaro. 

Perché queste discipline sono importanti nel rapporto tra cane e padrone?
Il City dog walk è un percorso formativo riconosciuto per cani e proprietari responsabili e consapevoli. E' importante perchè il principale obiettivo del corso è quello di favorire un corretto sviluppo della relazione tra il binomio, al fine di consentire l’integrazione del cane nel contesto sociale, per essere ben gestito in tutti gli ambienti urbani e locali pubblici. Il progetto nasce dall'Ordinanza Martini e delle conseguenti direttive da parte del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. I Detection games sono giochi di fiuto nati quest'anno, grazie ad un gruppo di lavoro che abbiamo formato insieme a Leonardo Bucarelli. In questa disciplina si lavora ricalcando, in chiave sportiva, ciò che fanno i cani poliziotto per la ricerca di sostanze: si insegna al cane a riconoscere un determinato odore ed a segnalarlo al proprio conduttore in diversi ambienti e scenari. Collaborare insieme nella sfera olfattiva ci dà la possibilità di vedere quanto, nel lavoro di fiuto, siamo destinati a lasciar fare al cane, per comprendere quanto più esperto e capace sia in questo campo rispetto a noi. I Detection games aiutano a creare una dimensione comunicativa nuova e molto coinvolgente.  Hoopers è una disciplina cinofila abbastanza recente adatta a tutte le età e tutte le razze. La particolarità dell'Hoopers è la conduzione a distanza, il conduttore invia il cane ai vari attrezzi posti lungo il percorso, un'ottima alternativa all'agility, senza salti. L' attività è mentalmente impegnativa e aumenta l'ascolto e la collaborazione con il conduttore, rafforzandone il legame.

Quali sono i nuovi progetti in cantiere? 
Sia Hoopers che i Detection games si possono praticare sia a livello ludico/amatoriale, che a livello sportivo e nel 2022 ci sarà un campionato nazionale che farà tappa anche in Romagna, al centro cinofilo 'Compagni di vita' di Castrocaro, ma non solo. A gennaio parte il corso per diventare dog sitter, senza dimenticare il nostro progetto didattico di educazione cinofila per le scuole al quale hanno già aderito 15 classi, tra primaria e materna, che ospiteremo nel corso dell'anno scolastico.

Come é cambiata negli anni l'educazione cinofila?
Per fortuna si pensa molto di più al benessere del cane senza l'uso di metodi coercitivi, ma cercando di comprenderlo e capirlo.  Si sono avviati diversi corsi per guidare il proprietario e molti si sono resi conto di quanto è importante fare attività con il cane, soddisfacendo così le caratteristiche di ogni singolo individuo, perchè ogni cane è a sè.

Che consigli può dare a chi vuole allargare la famiglia prendendo un cane?
Il cane è un animale sociale e desidera avere un posto nella famiglia, che va costruito con regole, rispettando il suo benessere, a cui va dedicato tempo. Il consiglio che posso dare prima di prendere un cane è  quello di informarsi bene su quale cane può essere adatto al proprio contesto famigliare e al proprio stile di vita, rivolgendosi anche ad educatori qualificati che possono dare i giusti consigli. Presso il nostro centro cinofilo 'Compagni di vita' il servizio orientamento adozioni e scelta della razza è gratuito.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 'nuova' cinofilia per rafforzare il legame uomo-cane: dai giochi di fiuto al patentino

ForlìToday è in caricamento