Stress emotivo da coronavirus: come affrontare le ansie e le preoccupazioni

Lo stress e l'ansia sono di casa in questo periodo di crisi. Ecco alcuni semplici rimedi contro lo stress emotivo proposti dall'OMS che possono aiutarci.

In momenti di crisi è normale sentirsi tristi, confusi e spaventati: lo scrive l'Istituto Superiore di Sanità e lo sostiene anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità. E questo è un momento storico di emergenza globale, caratterizzato da scenari incerti e bruschi cambiamenti di abitudini di vita: è inevitabile il presentarsi dello stress emotivo che deriva da questa situazione.

Sono colpiti dallo stress anche i bambini, più agitati, inquieti ed insistenti nelle loro richieste. È nostro dovere aiutarli, come suggerisce l’OMS. Anche loro hanno bisogno di essere rassicurati, di avere spiegazioni ed essere ascoltati.

Lo stress e l'ansia possono comportare dei meccanismi controproducenti, di conseguenza è opportuno arginare l'insorgere di questo tipo di emozioni negative.

Ecco alcuni semplici rimedi proposti dall'OMS che possono aiutarci.

Combattere lo stress da coronavirus: i consigli dell'OMS

  • È normale sentirsi tristi, stressati, confusi o spaventati durante una crisi. Parlare con persone di cui ti fidi ti può aiutare. Contatta gli amici e la famiglia. 

  • Se devi rimanere a casa, mantieni uno stile di vita sano - dieta corretta, sonno, esercizio fisico - e i contatti sociali con i tuoi cari e i tuoi amici via e-mail e telefono. 

  • Non fumare, non bere alcolici o peggio ancora non usare droghe per affrontare le tue emozioni. 

  • Se ti senti sopraffatto dall’angoscia, parla con un operatore sanitario o con un consulente. Raccogli le informazioni che ti possano aiutare a determinare con precisione il rischio in modo da poter prendere precauzioni ragionevoli. 

  • Trova una fonte scientifica attendibile per restare aggiornato sulla situazione coronavirus, come il sito web dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) o una istituzione governativa del tuo paese: diffida dalle notizie che circolano sui social media e le cui fonti non sono verificabili.

  • Cerca di limitare la preoccupazione e l'agitazione riducendo il tempo che tu e la tua famiglia trascorrete guardando o ascoltando i media che percepisci come sconvolgenti.

  • Ricorda come in passato hai affrontato le avversità della vita per gestire le tue emozioni durante il momento difficile di questa emergenza.

Un bicchiere di Sangiovese: 9 ragioni per cui fa bene bere vino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

Torna su
ForlìToday è in caricamento