menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il taglio del nastro

Il taglio del nastro

Un'invasione barbarica per Daria Bignardi. Inaugurata la SbV 2012

Più di 600 persone hanno assistito, lunedì pomeriggio a Forlì, all'inaugurazione della terza edizione della Settimana del Buon Vivere. La giornalista e scrittrice Daria Bignardi ha tagliato il nastro della manifestazione

Più di 600 persone, in un salone comunale interamente gremito, hanno assistito lunedì pomeriggio a Forlì, all'inaugurazione della terza edizione della Settimana del Buon Vivere. La giornalista e scrittrice Daria Bignardi ha tagliato il nastro della manifestazione, insieme al Sindaco di Forlì Roberto Balzani e all'ideatrice della Settimana, il direttore di Legacoop Forlì-Cesena Monica Fantini, che ha spiegato il titolo della manifestazione ("Fragile: trasportiamo futuro") e il senso del Buon Vivere come approccio culturale con cui una Comunità decide di tradurre il proprio sviluppo attraverso l'integrazione tra generazioni, generi e culture.

Sul palco sono saliti, per un omaggio alle popolazioni dell'Emilia colpite dal sisma e ai volontari che li stanno aiutando a rialzarsi,
il Sindaco di San Felice sul Panaro Alberto Silvestri, il vicepresidente della Provincia Guglielmo Russo e il coordinatore della Protezione civile Gabriele Russo.

La Bignardi ha quindi aperto la "scatola del futuro", estraendo sette oggetti che l'hanno portata a intervistare altrettanti giovani protagonisti della città: la giocatrice di softball Carlotta Zauli, l'ingegnere satellitare Damiano Accurso, la cooperatrice internazionale Annica Perini, il "formattore" Terenzio Traisci, l'informatico Marco Boschetti, la ricercatrice dell'IRST Paola Ulivi e il regista delle Iene Antonio Monti. Tutti applauditissimi, così come i ballerini di Arte Danza University che hanno aperto l'evento con un coloratissimo spettacolo itinerante.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento