Elezioni, Galeata riavvolge il nastro a un anno fa: vince Elisa Deo

Elisa Deo vince a piene mani la corsa a sindaco di Galeata. La Deo è stata rieletta dopo un anno esatto dal suo disarcionamento, quando in Consiglio Comunale passò, dopo un crescendo di polemiche e dissidi interni alla maggioranza, una mozione di sfiducia

Elisa Deo vince a piene mani la corsa a sindaco di Galeata. La Deo è stata rieletta dopo un anno esatto dal suo disarcionamento, quando in Consiglio Comunale passò, dopo un crescendo di polemiche e dissidi interni alla maggioranza, una mozione di sfiducia, votata dal centro-destra e dai consiglieri di 'Giriamo a sinistra', guidati da Achille Zanchini, suo avversario interno nella maggioranza, assieme a due astensioni, sempre interne alla maggioranza.

Per un anno il Comune di Galeata si è trovato guidato dal commissario prefettizio Michele Truppi. Ora il voto riporta il nastro indietro di un anno, a quel giorno di giugno 2012 quando cadde la maggioranza guidata da Elisa Deo. La vittoria netta della sua lista 'Liberamente', con 639 voti, pari al 48,33% del totale, sopravanza di molto la lista di centro-sinistra guidata da Alberto Milanesi, con 292 voti e il 22,08% del totale e la lista di centro-destra guidata da Massimo Venturi, con 283 voti e il 21,40% delle preferenze. Chiude con un risultato ampiamente sotto le aspettative Mattia Foschi, a capo della lista civica col “bollino” di Beppe Grillo (65 voti). Ultima la candidata della sinistra radicale Giuseppina Cicchino, con 43 voti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento