Basket

Nulla da fare, terza sconfitta consecutiva per l'Unieuro in un girone di Supercoppa da dimenticare

Nemmeno la terza giornata di Supercoppa contro Ferrara riesce a trasformarsi nella prima vittoria stagionale per la Pallacanestro 2.015

Nemmeno la terza giornata di Supercoppa contro Ferrara riesce a trasformarsi nella prima vittoria stagionale per la Pallacanestro 2.015. Domenica sera in un PalaFiera semideserto, Ferrara trionfa 101-103. Un match molto sofferto dai ragazzi di coach Dell'Agnello, autori tuttavia di un magistrale quarto periodo (chiuso 27-17), che gli aveva permesso di disputare il supplementare, dove tuttavia ha prevalso la formazione emiliana. Carroll il più prolifico tra le file dei romagnoli (27 punti personali), l'ex Danilo Petrovic invece il migliore ospite, con un solo punto in meno dell'americano di Forlì. Da dimenticare l'esperienza in Supercoppa, che ha portato 3 sconfitte in altrettante gare, ora per i biancorossi c'è da lavorare in vista dell'esordio in campionato in programma il 3 ottobre a Chieti.

Cronaca del match

Forlì parte con Benvenuti, Bolpin, Pullazi, Palumbo e Carroll. E proprio l'americano sblocca subito l'incontro con una bomba, poi Benvenuti completa un gioco da 3. Filoni in schiacciata realizza i primi due punti della Top Secret, e si ripete poco dopo per l'8-4. Mayfield porta per la prima volta avanti gli ospiti con una tripla, segue un altro centro dalla distanza di Pacher, che costringe Dell'Agnello al primo timeout. Vildera, complice un fallo di Benvenuti, completa un gioco da 3 e sdoppia il punteggio dei padroni di casa, ancora fermi a 8. Carroll trova la terza tripla personale e in seguito, su assist con 'no look' di Palumbo schiaccia completando poi il gioco da 3 post fallo di Mayfield. Sulla sirena del primo quarto, Palumbo trova il suo primo canestro, dalla distanza, che fissa il 22-29. Forlì non riesce a trovare un parziale che possa farle ritrovare l'equilibrio. A 4'31'' Dell'Agnello deve optare per la pausa breve dopo la tripla dell'ex Petrovic, del 30-41. Hayes trova il sesto punto personale e la Top Secret interrompe il gioco. A metà gara, gli ospiti conducono 37-46.

Ripartono fortissimi i biancorossi, con un parziale di 8-2 si riportano sul -2 e Ferrara deve fermare il gioco. Grandissima tripla ancora dell'ex Danilo Petrovic, la Top Secret torna sul +7. Palumbo in tap-in trova il settimo punto, poi Pacher pesca il jolly dalla distanza, e viene imitato da Palumbo prima e Petrovic poi. L'ex Forlì, col 17esimo punto, stacca le due squadre di 14 lunghezze. Hayes e Bolpin riescono a ridurre lo svantaggio a 10 punti, prima della terza sirena. Petrovic da fuori area raggiunge quota 20, allo stesso modo Carroll trova il 18esimo punto. Quello dell'americano è l'inizio di un parziale di 8-0 che riporta i padroni di casa in carreggiata, costringendo gli ospiti al timeout. Pullazi fa -1, scaldando i presenti al palazzetto. Nel miglior momento dell'Unieuro, Carroll manca la tripla, che invece riesce a Pacher e vale il 71-77. Break Forlì, che con Carroll e Bolpin torna sotto di una sola lunghezza: timeout Ferrara. Jeffrey Carroll dalla distanza fissa la parità col boato del pubblico, poi Pullazi con un libero firma il soprasso. Pacher prova senza successo la tripla a 15'' dalla fine, poi Bolpin realizza i liberi del +3. Mayfield insacca il primo, fallisce appositamente il secondo e sulla ribattuta Petrovic fissa la parità. Si prosegue col supplementare, giocato inizialmente punto su punto. Poi gli emiliani si riescono a creare un vantaggio di 5 punti, Pullazi con una bomba riesce nel -1, ma Petrovic insacca tre liberi per il 93-99 con 37'' alla fine. Giachetti realizza due tiri dalla lunetta, timeout Ferrara a 30'' dalla fine. Si gioca coi liberi, termina 101-103.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nulla da fare, terza sconfitta consecutiva per l'Unieuro in un girone di Supercoppa da dimenticare

ForlìToday è in caricamento