Mangiar bene s'impara!

Mangiar bene s'impara!

I cibi bruciagrassi: quali tenere in dispensa!

I cibi bruciagrassi sono quelli che stimolano il metabolismo a lavorare di più, grazie alla loro azione termogenica

Bentornati amici, oggi si parla di cibi fat killer. So che molti di voi sono qui, pronti a scoprire quali siano gli alimenti magici per la nostra linea, I cibi bruciagrassi sono quelli che stimolano il metabolismo a lavorare di più, grazie alla loro azione termogenica. Essi contengono dei nutrienti, vitamine e minerali che favoriscono l’eliminazione del grasso, attraverso la produzione di processi chimici. Inoltre, nel momento in cui vengono digeriti stimolano il metabolismo a lavorare di più perché occorrono maggiori energie per scomporli, lasciando anche piu’.

Ma quali sono?

Innanzitutto tutti gli alimenti che contengono gli aminoacidi , come carne, pesce e legumi. Mentre scindere gli zuccheri e i grassi è piu facile , distruggere gli aminoacidi richiede, al nostro corpo, un consumo di energie maggiore, definito termogenesi. Questi alimenti tengono basso il livello degli zuccheri subito disponibile nel sangue. Cosi, quando il corpo ha bisogno di energia, deve per forza servirsi dei grassi, anche quelli messi da parte. Via libera quindi alla ricotta, che contiene le proteine piu’ dimagranti: infatti la sua digestione fa aumentare il tasso metabolico per 6 ore. Inoltre essendo molto ricca di calcio favorisce la diminuzione degli accumuli adiposi, in quanto gli ormoni che utilizzano i grassi ricevono il giusto segnale per sfruttare quelli accumulati. 

Poi ci sono i lamponi, il colore della fitbakery. Essi contengono vitamina C, indispensabile per i processi di produzione dell’energia. Apportano magnanese, un minerale che entra nella composizione di enzimi metabolici che e sono fonti di fibre. Il mio consiglio? Mangiarli a fine cena, in quanto rilasciano la serotonina e dopamina, che regolano l’appetito. 

Be, vogliamo parlare dei frutti di mare? Vongole, cozze, ostriche, grazie allo iodio, attivano la tiroide e il metabolismo. Restando nel mare, il pesce azzurro e il salmone hanno proteine nobili e sono ricchi di Omega 3, sostanze che riducono i processi infiammatori . Contengono poi anche loro lo iodio che stimola la produzione degli ormoni tiroidei T3 e T4. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fagioli con l’ “occhiolino” nero in cima e scuro: sono proteici, mantengono attivo il metabolismo e rispetto ad altri legumi contengono una maggior concentrazione di fenilalanina, che è un aminoacido essenziale che il nostro corpo non riesce a produrre da solo. E poi? La lista è davvero lunga ma potrei limitarmi ad aggiungere i frutti di acai, il te oolong, il daikon, il pompelmo e l'aceto (sia di vino sia di mele). Quindi siete pronti a far la spesa?? 

Mangiar bene s'impara!

Sono Claudia, amo la cucina, il fitness, l'alimentazione e seguo uno stile di vita sano e attivo. La mia giornata si articola fra un bilanciere, un circuito hit , i fornelli e una ciotola di avena. Mi piace informarmi, studiare e curiosare fra libri, video e blog di nutrizione. Le diete? Quelle famose provate tutte! Per giungere a quale conclusione? Che il nostro benessere comincia a tavola ! La ricetta segreta? 100 grammi di determinazione, 50 grammi di amore, 30 grammi di inventiva, 10 grammi di capacità e un pizzico di sana follia! Ed è grazie ad essa che ho aperto la FIT BAKERY a Forlì. E la vita cominciò con un peccato di gola ...!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento