menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, servono altri 4 mesi. Bando da 7 milioni di euro

La gestione in liquidazione della Seaf, la società di gestione dell’aeroporto Ridolfi di Forlì non terminerà ad ottobre, ma proseguirà probabilmente fino a febbraio

La gestione in liquidazione della Seaf, la società di gestione dell’aeroporto Ridolfi di Forlì non terminerà ad ottobre, ma proseguirà probabilmente fino a febbraio: è quanto si può comprendere dalla relazione di aggiornamento che il sindaco di Forlì Roberto Balzani ha fatto martedì pomeriggio in commissione consigliare, in municipio. Il bando di privatizzazione, infatti, andrà alla fine di settembre in discussione nel consiglio di Enac, quindi verrà approvato al massimo entro il 4 ottobre.
 
Quella è la ‘deadline’, vale a dire l’avvio del processo irreversibile di privatizzazione. Ma i tempi saranno ancora lunghi: ci vorranno alcuni giorni per la pubblicazione in gazzetta ufficiale, poi 60 giorni come termini per presentare le proposte, infine altri 45 giorni almeno per le procedure di verifica e di assegnazione della gestione al privato, se ci sarà, che si farà avanti.
 
Il tutto fa circa quattro mesi a partire dall’inizio di ottobre, mentre la previsione era di chiudere tutta la partita della liquidazione della precedente proprietà pubblica entro il 30 ottobre. Insomma, altri mesi di passione, ma anche altri mesi di costi: lo scalo, infatti, dovrà per legge rimanere operativo fino all’assegnazione. Già a luglio il Consiglio Comunale di Forlì e il Consiglio Provinciale avevano rinviato il rifinanziamento della gestione liquidatoria, affidata al commercialista Roveroni di Bologna, in attesa del bando. Si tratta di 1,6 milioni di euro necessari per il funzionamento del periodo maggio-ottobre 2012. Ma poi serviranno altri soldi per i quattro mesi in eccedenza. Insomma, i costi non finiscono.
 

Tuttavia si conta di recuperare risorse dal bando. Il sindaco ha già annunciato infatti che il bando comporterà il pagamento, da parte dei privati che prenderanno in mano il Ridolfi, di 7 milioni di euro di cui 5,7 milioni per coprire le perdite della Seaf (ufficialmente per coprire gli investimenti già fatti da questa società sulla pista) e un altro 1,3 milioni per un “valore aeroporto” in quanto tale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento