menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo 70 anni a Forlì chiude la Dolceria Enoteca Paganelli

Si parla di un'attività che frutta 300mila euro l'anno, toccata sì dalla crisi, ma in maniera estremamente marginale. Ha una clientela varia, che va dagli affezionati ai giovani, che apprezzano la varietà di prodotti e la professionalità del personale

Se ne va un'altra attività storica di Forlì, questa volta non per colpa della crisi. La Dolceria Enoteca Paganelli è nata a Forlì circa 70 anni fa, ma le sue origini risalgono al 1924, quando il fondatore Romolo Paganelli, iniziò con la produzione di gelati a Riccione. Poi il figlio Franco, oggi 90enne, aprì in via Gramsci 25. A raccontare la storia dell'attività l'attuale proprietario, il genero di Paganelli, Franco Arduini: “Si fa presto a spiegare perchè chiudiamo: mio suocero ha 90 anni, io quasi 70. Per gestire questa attività ci vuole una grande conoscenza dei prodotti”.

Si parla di un'attività che frutta 300mila euro l'anno, toccata sì dalla crisi, ma in maniera estremamente marginale. Ha una clientela varia, che va dagli affezionati ai giovani, che apprezzano la varietà di prodotti e la professionalità del personale. Qui sta il problema: “Non ci sono i giovani, non tanto per quanto chiediamo per la vendita di questa attività, noi ci saremmo accontentati per non chiudere, ma perchè mancano le professionalità – spiega Arduini – è difficile conoscere tutti i prodotti che vendiamo”. Paganelli è nato come negozio di dolciumi, ma nel 2000 sono arrivate anche le 500 etichette tra vini e liquori.

Le svendite per cessata attività sono iniziate i primi di febbraio. “I nostri clienti sono arrabbiati – racconta il proprietario – ci chiedono dove potranno andare una volta che avremo chiuso”. L'addio è previsto per la fine della prossima settimana, poi si dovrà smantellare l'interno. A meno che qualcuno non faccia una proposta last second per comprare l'esercizio, il valore del nome Paganelli, cresciuto in 70 anni di attività, si chiudono i battenti, con rammarico di chi lo ha gestito per una vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento