rotate-mobile
Eventi Forlimpopoli

La Festa Artusiana "dà i numeri": 18 (edizione), 60 (omaggio Romagna mia), 150 (appuntamenti) e 51 (ristoranti)

E guardando al passato in un'ottica futura, il filo conduttore di questa diciottesima edizione sono le ricette artusiane di ieri e di oggi, quelle che hanno costruito il mosaico della cucina italiana, per la prima volta esposte al pubblico a Casa Artusi con documenti inediti sul gastronomo

Scalda i motori la Festa Artusiana che quest’anno festeggia una doppia ricorrenza: la sua maggiore età, è giunta alla XVIII° edizione, e il 60° di “Romagna mia” omaggio alla terra cantata da Secondo Casadei. E saranno proprio questi due eventi ad aprire e chiudere i nove giorni a Forlimpopoli, col taglio del nastro previsto sabato alle 18 con l’inaugurazione delle mostre ospitate alla Rocca e a Casa Artusi, domenica 29 ultimo spettacolo con l’Orchestrona della Scuola di musica popolare che celebra “Romagna Mia” (ore 22 in piazza Fratti).

Nel mezzo a questi due eventi andranno in scena degustazioni, spettacoli, concerti, incontri, mostre, insieme al padre della cucina italiana, Pellegrino Artusi, e con lo sguardo rivolto a Expo 2015 nelle cui iniziative propedeutiche rientra anche la Festa Artusiana. E proprio nel segno di Artusi ambasciatore della gastronomia italiana il sito ufficiale di Expo che ha dedicato una serie di servizi (https://www.expo.rai.it/gastronomia/), personaggio cui “va il merito di aver riunito e dato dignità al mosaico di tradizioni regionali italiano”, così nel portale.

E guardando al passato in un’ottica futura, il filo conduttore di questa diciottesima edizione sono le ricette artusiane di ieri e di oggi, quelle che hanno costruito il mosaico della cucina italiana, per la prima volta esposte al pubblico a Casa Artusi con documenti inediti sul gastronomo. Un viaggio nella cucina del passato per comprendere quella attuale. Ad ospitare questa mostra tematica sarà Casa Artusi, anche a seguito della recente donazione da parte della famiglia Santini di Cesena dell'autobiografia autografa dell'Artusi e di un poderoso carteggio, fra cui le lettere di Maria Mantegazza, moglie del senatore Paolo, e dello scrittore Olindo Guerrini che si aggiunge al già ricchissimo carteggio artusiano. “Illustrissimo Sig. Artusi. Ricette e consigli al padre (della cucina italiana)”, questo il titolo della mostra nella biblioteca gastronomica, raccoglie quelle lettere che suggeriscono preparazioni e ricette, alcune delle quali sono entrate, previa sperimentazione e aggiustamento al gusto dell’autore, a far parte del Ricettario più amato dagli italiani.

Gli altri numeri della festa parlano di oltre 150 appuntamenti fra laboratori, spettacoli e degustazioni, una ventina di incontri imperniati sulla cultura del cibo, la presenza di importanti nomi della cultura e dello spettacolo (per citarne tre, Paolo Poli, Andy Luotto, Alberto Capatti), 51 punti di ristorazione a cui si aggiungo quelli presenti nella città di Forlimpopoli. E ancora, gli artisti di strada, le note della musica popolare, blues, jazz, classica, spettacoli per bambini e tanto altro ancora.

TUTTI I MENU E TUTTI I RISTORANTI: www.festartusiana.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Festa Artusiana "dà i numeri": 18 (edizione), 60 (omaggio Romagna mia), 150 (appuntamenti) e 51 (ristoranti)

ForlìToday è in caricamento