rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
social

Dopo 26 anni chiude l'attività in centro: "Sono stati anni duri, ora mi dedico alla famiglia"

“Il mio più grande dispiacere è lasciare tutti i clienti con i loro bambini e ragazzi, che in questi 26 anni ho visto crescere. Non c'è stata una persona che in questi 3 mesi non mi abbia domandato il perchè di questa decisione o non mi abbia chiesto di ripensarci"

Da 26 anni veste i bambini forlivesi e non solo, ma la vetrina del suo negozio sta per spegnersi definitivamente. La decisione arriva dopo due anni difficili, ma anche dopo un avvenimento felice. “Impronta”, il negozio di abbigliamento per bambini di corso Garibaldi a Forlì, chiude i battenti dopo una svendita totale che termina sabato 24 settembre. La titolare, Serena Santandrea, racconta i motivi della decisione. 

“Sono aperta da 20 anni e per altri 6 avevo lavorato in questo negozio – esordisce Santandrea -. La decisione di chiudere è conseguenza di tanti fattori. I due anni di Covid sono stati molto difficili, con chiusure obbligate, sono stati due anni di dad, due anni senza cerimonie, senza Natali in famiglia, nè festeggiamenti per Pasqua. Non è stato facile cercare di non affondare e la passione che ho sempre avuto mi ha un po' abbandonata”. Il negozio si trova i pieno centro storico e la titolare fa il punto anche sulla situazione del cuore cittadino: “In generale la gente non si muove più,  gli acquisti si fanno in altro modo e in ogni caso si tagliano molto di più le spese per abbigliamento e scarpe. Il centro poi non offre nulla di particolarmente allettante, ormai c'è la desertificazione dei negozi. Per quanto le varie amministrazioni cerchino di investire in eventi, e per carità ben venga, queste azioni non portano nulla alle vendite, perchè sono proprio cambiate le priorità dei fruitori”.

Poi ci sono motivi personali, che hanno portato nuove necessità nella vita di Santandrea: “Da due anni sono nonna di una bimba ed è la cosa più bella che ci potesse capitare, adesso voglio godermi di più la mia famiglia e questo sarà il mio 'lavoro' futuro”. 

“Il più grande dispiacere è lasciare tutti i clienti con i loro bambini e ragazzi, che in questi 26 anni ho visto crescere. Non c'è stata una persona che in questi 3 mesi non mi abbia domandato il perchè di questa decisione o non mi abbia chiesto di ripensarci. Mi rimarranno tutte e tutti nel cuore, anche perché con molte persone si sono instaurati rapporti che vanno oltre quello cliente-venditore. Ma questo tutti lo sanno ed è la cosa mi fa stare più serena”, conclude Santandrea.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 26 anni chiude l'attività in centro: "Sono stati anni duri, ora mi dedico alla famiglia"

ForlìToday è in caricamento