rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Il concorso / Castrocaro Terme e Terra del Sole

E' candidata al premio "Camionista dell'anno 2024", Samantha si racconta: "Le donne non sono da meno degli uomini. E mi guardano con rispetto"

"Oggi guido un camion per un’azienda che trasporta uova, ed è un lavoro in cui bisogna stare attenti a dosare il gas, soprattutto nelle rotonde, altrimenti si fanno delle gran frittate", racconta

Sono diciotto le lavoratrici nella filiera dei trasporti che si sono candidate alla quindicesima edizione del Sabo Rosa, il riconoscimento che, in occasione della Festa della Donna, viene conferito alla “Autista-Camionista dell’Anno” dal main sponsor dell’iniziativa, il Roberto Nuti Group, dal 1962, attivo nel settore dei ricambi per veicoli industriali, con quota export in una novantina di Paesi. Durante la cerimonia, che si svolgerà mercoledì 6 marzo 2023 nella sede bolognese del Gruppo, la “Autista-Camionista dell’Anno” riceverà un esemplare unico dell'ammortizzatore Sabo con una esclusiva livrea rosa. Al termine della cerimonia di consegna, sarà offerto un pranzo alla vincitrice e ad un suo accompagnatore.

Tra le candidate c'è anche Samantha Sartoni di Castrocaro. "Il primo contatto con il mondo dei camion l’ho avuto frequentando un ragazzo che lavorava come rottamatore - ha raccontato al team di "Sabo Rosa" -, Ogni tanto mi capitava di viaggiare con lui e mi sono appassionata ai mezzi pesanti. Così, nel 2019, ho deciso di prendere le patenti e di iniziare a fare il lavoro di camionista. Oggi guido un camion per un’azienda che trasporta uova, ed è un lavoro in cui bisogna stare attenti a dosare il gas, soprattutto nelle rotonde, altrimenti si fanno delle gran frittate. La mia famiglia, che non è composta da camionisti, ha appoggiato questa mia decisione, anche se ormai credo si siano adeguati al fatto che quando mi metto in testa una cosa la faccio, come quando presi la patente della moto. A dir la verità, in quel momento, mia mamma era un po’ meno contenta. D’altro canto noi romagnoli i motori li abbiamo nel sangue".

Sartoni ha scoperto dell'esistenza del concorso lo scorso anno: Mi piace l’idea del Sabo Rosa, perché rivaluta l’idea delle donne in un lavoro che da sempre è considerato solo per i maschi. È un’iniziativa molto bella". Quanto alla professione scelta, "credo occorra rivalutare il fatto che le donne non sono da meno degli uomini, in nessun tipo di lavoro. L’unica cosa che può allontanare una donna da questo mestiere è se se la senta oppure no. Quindi faccio un appello a tutte coloro che magari non fanno le camioniste, o le autiste, perché credono che sia un lavoro “che non si può fare”. Se te la senti, provaci. Ci vuole un po’ di polso e la convinzione di riuscire. Per il resto quando gli uomini mi vedono scendere da un camion mi guardano con rispetto. E già questo è un bel risultato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' candidata al premio "Camionista dell'anno 2024", Samantha si racconta: "Le donne non sono da meno degli uomini. E mi guardano con rispetto"

ForlìToday è in caricamento