Non provi desiderio per il partner? Potrebbe essere anoressia sessuale

Scopriamo che cos'è l'anoressia sessuale, come si manifesta e come si affronta

Potrebbe sembrare incredibile, dal momento che l'interesse per l'attività sessuale sembra ai più una cosa del tutto naturale, ma ci sono persone che hanno poco interesse o che sono addirittura indifferenti verso questo aspetto della vita umana. Esistono vari gradi di interesse, come per tutte le cose, e non è necessariamente una cosa negativa; ma qualora la situazione sia sofferta o si verifichi in seguito a eventi particolari, si può parlare di "anoressia sessuale", intesa come una forma di rifiuto più o meno completo rispetto al sesso.

Secondo una rigorosa ricerca su circa 4.000 persone, soprattutto donne, è stata dimostrata l'esistenza di questo genere di problemi. Negli USA per esempio il 43% delle donne intervistate ha dichiarato di riconoscersi in una situazione di scarso desiderio ed il 22% riportava forme di stress personale correlate al sesso. Nonostante questo, l'ultima versione del 'Manuale diagonistico e statistico' dell'America Psychiatric Association (considerata una bibbia per gli esperti del settore) non riporta il termine 'anoressia sessuale' e neppure quello di 'disturbo da avversione sessuale', assenza motivata, a quanto pare, dall'insufficiente ricerca a supporto della sua esistenza.

Cause dell'anoressia sessuale

Fra le cause dell'anoressia sessuale si possono elencare:

  • carenza di autostima;
  • presenza di relazioni conflittuali nella coppia;
  • aver subito in passato una violenza sessuale che ha lasciato un segno psicologico indelebile;
  • educazione restrittiva ed ansiogena che ha attribuito al sesso l'immagine di una attività potenzialmente pericolosa.

Sintomi dell'anoressia sessuale

Alcuni sintomi dell'anoressia sessuale sono i seguenti:

  • mancanza di interesse verso le attività sessuali;
  • mancanza di fantasie erotiche;
  • risposta fredda e distante alle avances sessuali del partner;
  • scarsa o nulla soddisfazione sessuale quando si cede comunque ad un rapporto.

Prima di autodiagnosticarti un problema come l'anoressia sessuale, assicurati che la situazione non sia passeggera; se sospetti che sia il tuo partner a soffrirne, prima di affibiargli un'etichetta prova a parlargli/le e assicurati che non sia semplicemente qualche preoccupazione a rendere più difficoltoso il suo trasporto nell'intimità.

In ogni caso, la condizione di anoressia sessuale può essere superata con l'aiuto di un terapeuta esperto in tecniche cognitivo comportamentali e con l'esposizione progressiva agli stimoli temuti. In questo caso la finalità del trattamento non è legata ai problemi strettamente sessuali, ma aiuta ad affrontare tutto quello che può esserci a monte, in primis la paura delle relazioni interpersonali che sono invece necessarie per poter condurre una vita soddisfacente.

Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

Calo glicemico: ecco i sintomi da non sottovalutare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento