Mercato immobiliare, comprare casa a Forlì conviene: i prezzi a confronto

E' quanto emerge da un'indagine condotta dall’Osservatorio di Immobiliare.it relativo al primo trimestre del 2019

Forlì è l’unica tra le dieci città dell'Emilia Romagna ad aver subìto un netto calo dei prezzi delle compravendite delle case rispetto a dicembre 2018. E' quanto emerge da un'indagine condotta dall’Osservatorio di Immobiliare.it relativo al primo trimestre del 2019. In regione il bilancio è in linea con le rilevazioni del trimestre precedente per l’Emilia Romagna soprattutto sul fronte vendite. Rispetto allo scorso dicembre si osserva un aumento di 0,8 punti percentuali e un assestamento del prezzo di vendita del mattone sui 1.963 euro al metro quadro. Più evidente la crescita dei canoni di locazione con un +1,4% nel confronto con il trimestre precedente e un +4,4% rispetto allo scorso anno. 

I prezzi di vendita: domina Bologna

Bologna continua ad essere la città più cara sia sul fronte delle compravendite che su quello delle locazioni. In particolare, l’andamento dei prezzi di vendita del capoluogo segna un positivo +1,6% rispetto ai tre mesi precedenti e un +3,7% rispetto allo scorso anno, portando la media sui 2.798 euro per metro quadrato. Segue a distanza ravvicinata Rimini, che rimane sugli stessi standard del trimestre precedente, evidenziando una flessione di soli 0,2 punti percentuali. Al pari di Bologna anche Ferrara registra una crescita dell’1,5% nel trimestre oggetto dello studio. Forlì, invece, è l’unica tra le dieci città emiliane ad aver subito un netto calo dei prezzi delle compravendite rispetto a dicembre 2018 (-2,2%). A Cesena l'aumento è stato invece dello 0,2% (1.931 euro per metro quadrato).

Chi accende mutui in Emilia Romagna?

Andando oltre l’andamento dei costi delle case in Emilia Romagna, attraverso un’analisi fornita da Euroansa, società di mediazione del credito, è possibile anche scoprire il profilo di chi accende mutui in regione. Da questi studi emerge come oltre il 70% dei finanziamenti venga richiesto da soggetti in età compresa tra i 31 e i 50 anni, mentre solo il 19% viene concesso agli under 30. In Emilia Romagna, inoltre, i mutui vengono erogati soprattutto per lunghi periodi: l’83% dei finanziamenti ha una durata che rientra nella fascia tra i 25 e i 30 anni. Gli emiliani prediligono di gran lunga i tassi variabili (63%), contro il 32% che opta per un fisso e solamente il 5% che sceglie un tasso misto. Il 95% dei finanziamenti dell’ultimo anno sono stati concessi per l’acquisizione della prima casa.

L’andamento dei costi di locazione

Anche nel settore delle locazioni il trend non cambia con Bologna che presenta prezzi nettamente superiori alle altre città. La sua media di 12,07 euro per metro quadrato risulta difficilmente avvicinabile, rutto anche di una costante crescita, superiore ai cinque punti percentuali nel corso dell’ultimo anno. Nel primo trimestre del 2019, invece, Bologna ha avuto una lievissima flessione (-0,2%). In evidente calo i prezzi degli affitti soprattutto a Cesena, che tra dicembre 2018 e marzo 2019, ha registrato un -7,7%. Al contrario, i trend più positivi nell’ultimo trimestre sono quelli di Modena e Ravenna con rispettivamente 4,5 e 2,9 punti percentuali di crescita. A Forlì la media è di 7,99 euro per metro quadrato, con una flessione dell'1,5%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento