menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, altri 70mila euro dalla Regione per il "Centro commerciale naturale"

La Regione Emilia-Romagna ha confermato il finanziamento per la prosecuzione del progetto "Centro commerciale naturale-Forlì". L'importo di 70mila euro consentirà di proseguire in azioni già sperimentate

La Regione Emilia-Romagna ha confermato il finanziamento per la prosecuzione del progetto "Centro commerciale naturale-Forlì". L’importo di 70mila euro consentirà di  proseguire in  azioni già sperimentate e  mettendone a punto di nuove. L'assessora alle attività produttive, Maria Maltoni, commenta così la novità: "Si tratta di una notizia importante che aspettavamo, anticipata in qualche modo a giugno dall'assessore regionale Melucci, nel seminario tenuto a Forlì. Il nostro progetto si era qualificato come uno dei più innovativi e strutturati nel panorama territoriale. A settembre sarà presentato il nuovo programma di azioni del Progetto "Centro commerciale naturale" che si avvarrà, come il precedente, della collaborazione di “Forlì nel Cuore”  e sarà condiviso con le associazioni di categoria dell'artigianato e del commercio.”

“Il finanziamento – continua Maltoni - rappresenterà un importante contributo, visto l’attuale calo dei consumi, per le imprese del centro storico affinché possano usufruire di politiche di sostegno unitarie nell'ottica del “Centro commerciale naturale”. E’ importante perciò fornire qualche dato emerso dall’indagine di monitoraggio realizzata nei mesi scorsi sui frequentatori del centro storico e sui cittadini residenti a Forlì, dai Centri di assistenza tecnica di Confcommercio e Confesercenti regionali. Dalle interviste, dirette e telefoniche, sono emersi  i diversi stili di vita e di consumo dei cittadini. Il consumatore frequenta sia la rete distributiva del centro commerciale naturale, che quella dei centri commerciali tout court e,  nella grande maggioranza dei casi, in modo non  esclusivo”.

“Il dato positivo è rappresentato dal fatto che rispetto al 2012, è aumentata dal 9 al 20 la percentuale di chi acquista almeno una volta alla settimana nel centro storico a Forlì, con una diminuzione dal 21,3% del 2012 al 14% del 2013 di coloro che  non hanno mai acquistato in centro. Un  punto di forza è il rapporto con i negozi; il 37,5% di chi fa acquisti in centro lo fa perché trova negozi di fiducia, il 17,1% perché unisce l'acquisto alla passeggiata ed il 15% per la presenza del mercato ambulante. In una situazione di calo complessivo dei consumi,  si evidenzia che non ne consegue necessariamente un aumento della redditività delle imprese o delle vendite complessive. Infatti un ulteriore dato emerso dall' indagine è  che la percentuale di chi acquista nei centri commerciali in un anno è scesa dal 69 % del 2012 al 62% del 2013, a testimonianza che il calo dei consumi colpisce pesantemente tutta la rete distributiva. Il fruitore dei centri commerciali li predilige per l'ampia gamma dell’offerta e la presenza di più attività; per la convenienza dei prodotti e perché così trascorre al suo interno, una parte di tempo libero. Altro tema di rilievo per chi frequenta il centro, è il calo dell'enfasi posta sui problemi legati a   sicurezza e degrado, che infatti è scesa dal 32% del 2012 al 15% del 2013. Si tratta per ora solo di piccoli segnali, ma l'auspicio è che collegandosi agli effetti delle  nuove politiche urbanistiche messe in campo con l'approvazione del POC e la rivitalizzazione anche abitativa del centro cittadino, si concretizzino sempre di più ricadute positive anche sulla funzione commerciale.", conclude l'assessore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento