Economia

Da Kamal Idrissi a Chris Richmond: l'esperienza degli imprenditori di successo per "Generazione Impresa Mondo"

"Poter diffondere questo spirito di intrapresa anche nelle scuole è una grande sfida - ha rimarcato Casara - oggi più che mai, di fronte alla crisi della pandemia, queste testimonianze ci insegnano a guardare avanti, a non arrendersi e ad avere fiducia in se stessi"

Al via il percorso formativo "Gim - Generazione Impresa Mondo", la prima business community che promuove l’imprenditorialità straniera e italiana a Forlì-Cesena. Al primo evento di networking erano presenti più di 60 persone tra aspiranti imprenditori e imprenditrici, partner istituzionali e privati, imprenditori, manager e consulenti, a sostegno dei progetti d’impresa dei partecipanti al percorso formativo di Gim. Il progetto, gestito da Techne Forlì-Cesena per conto del Consorzio nazionale "Open", è infatti supportato dai partner Cna Forlì-Cesena, Confartigianato Forlì, Confcooperative Forlì-Cesena, Legacoop Romagna, Confindustria Romagna, Federmanager Forlì-Cesena Rimini, Approdo Sicuro Bologna, Casa del Cuculo Forlì, Kilowatt Bologna, Cim Onlus, Dagon Studio Bologna, Dialogos Forlì, Digital Update Ravenna, Innovabilita Forlì Cesena, Singa Italia, in collaborazione con Art-Er e Fondazione Grameen Italia. Con il patrocinio di Comune di Forlì, Provincia Forlì-Cesena, Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili di Forlì e Cesena, Anci Er, Camera di Commercio della Romagna, Unioncamere Emilia Romagna.

Sono state quasi 100 le candidature di aspiranti imprenditori e imprenditrici, che hanno risposto alla chiamata di Gim “Candida la tua idea d'impresa” e circa 50 di loro parteciperanno a un intenso programma formativo previsto da Gim da febbraio a luglio per sviluppare nuovi progetti di business e imprese sostenibili. Tra gli aspiranti imprenditori, distribuiti equamente tra Forlì e Cesena, quasi il 70% presenta origini straniere e circa il 30% sono aspiranti imprenditrici. Il primo evento si è svolto online, con l’obiettivo di imparare dalle storie, le sfide, i fallimenti e i successi di chi ha già avviato e consolidato la propria impresa. Coordinati da Giacomo Prati di Anci Emilia Romagna, sono intervenuti  imprenditori e imprenditrici di successo tra i quali Gilles Coffie Degboe, sommelier e consulente specializzato nel settore vitivinicolo e ristorazione, Michele Donati formatore e Amministratore delegato di Radioforniture Romagnola, Keltoum Kamal Idrissi, imprenditrice di modest fashion a Bologna e presto a Cesena, Chris Richmond fondatore della web-up Mygrants.it, Madi Sakande general manager di New Cold System srl, operante nella catena del freddo, Sonia Thioro ristoratrice a Rimini.

"L’impresa non deve essere vissuta come qualcosa di proprio - ha affermato Kamal Idrissi - piuttosto come una realtà oggettiva da gestire con passione, ma anche con distacco e prudenza, soprattutto finanziaria, con una visione a lungo termine che non si fermi ai primi successi ma sappia guardare ai 10 anni a venire". L’imprenditore Sakande ha sottolineato come "ogni persona che migra ha dentro di sé una natura imprenditoriale poiché, dal momento in cui sceglie di migrare con tutte le difficoltà e decisioni che deve prendere, impara ad assumersi responsabilità e rischi che fanno parte anche del fare impresa”. “Bisogna credere fermamente in quello che si desidera - ha raccontato Degboe che fin dall’adolescenza ha sognato un proprio lavoro autonomo - senza risparmiare energie, impegno, studio e senza temere gli errori. Solo così si impara a vincere le sfide con se stessi e fare il lavoro che si ama davvero". Richmond ha rimarcato l’importanza di darsi strategie di customer intelligence "fare una impresa - spiega - significa conoscere i problemi e i desideri della potenziale clientela, saper offrire qualcosa di unico senza innamorarsi troppo della propria idea iniziale; è importante - continua Richmond - cercare di capire il reale bisogno, sapendo scegliere bene la squadra con cui partire, perché una squadra sbagliata può diventare un grave problema".

Hanno partecipato all’incontro Paola Casara, assessore alle Politiche per l’impresa del Comune di Forlì e Carmelina Labruzzo assessore al Welfare del Comune di Cesena. "Poter diffondere questo spirito di intrapresa anche nelle scuole è una grande sfida - ha rimarcato Casara - oggi più che mai, di fronte alla crisi della pandemia, queste testimonianze ci insegnano a guardare avanti, a non arrendersi e ad avere fiducia in se stessi”. Labruzzo ha concluso con l’augurio a tutti i partecipanti a Gim di raggiungere i propri obiettivi imprenditoriali, come fonte di dinamismo e di crescita di questo territorio, assicurando il sostegno delle amministrazioni locali. Il progetto GIM Generazione Impresa Mondo è finanziato nell’ambito del progetto europeo "Interreg Taskforcome" che coinvolge 12 partner provenienti da Polonia, Italia, Austria, Croazia e Germania. Per informazioni (www.gimimpresamondo.com) pagina Facebook (https://www.facebook.com/gimtaskforcome"; whatsapp (3518055098; e-mail: gimimpresamondo@gmail.com).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Kamal Idrissi a Chris Richmond: l'esperienza degli imprenditori di successo per "Generazione Impresa Mondo"

ForlìToday è in caricamento