rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Economia

Made in Italy, un bando per la promozione dei marchi all’estero: stanziati 2,5 milioni di euro. Al via le domande

L’Ufficio italiano brevetti e marchi del Ministero delle imprese e del Made in Italy (già dello Sviluppo economico) promuove il Bando marchi collettivi 2022

L’Ufficio italiano brevetti e marchi del Ministero delle imprese e del Made in Italy (già dello Sviluppo economico) promuove il Bando marchi collettivi 2022 per sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione, gestito da Unioncamere. Per l’iniziativa sono stati stanziati 2,5 milioni di euro. La misura è rivolta ad associazioni di categoria, consorzi di tutela e altri organismi di tipo associativo o cooperativo e le agevolazioni sono concesse per la realizzazione di iniziative di promozione del marchio, come ad esempio la partecipazione a fiere e saloni internazionali, la realizzazione di incontri bilaterali con associazioni estere o la creazione di comunità virtuali. Le domande possono essere presentate dal 22 novembre al 22 dicembre 2022.

Il ministero delle imprese e del Made in Italy (già dello sviluppo economico), Direzione generale per la tutela della proprietà industriale - Ufficio italiano brevetti e marchi, sostiene un'iniziativa per la promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione, gestita da Unioncamere italiana.

Le risorse finanziate per il bando ammontano a circa 2,5 milioni di euro, destinati a progetti di promozione del marchio, come per esempio la partecipazione a fiere e saloni internazionali, la realizzazione di incontri bilaterali con associazioni estere o la creazione di comunità virtuali

La domanda di partecipazione potrà essere presentata a partire dalle ore 9.00 del 22 novembre 2022 ed entro le 24.00 del 22 dicembre 2022 e devono essere trasmesse - a pena di inammissibilità - dall’indirizzo PEC del soggetto richiedente o dall’indirizzo PEC di un suo procuratore speciale alla PEC: marchicollettivi2022@legalmail.it indicando nell’oggetto “Agevolazioni per marchi collettivi/certificazione”.

L’agevolazione è concessa nella misura del 70% delle spese valutate ammissibili. L’importo massimo in favore di ciascun soggetto beneficiario non potrà superare i 150 mila euro. I progetti dovranno essere conclusi entro 10 mesi dalla notifica di concessione dell’agevolazione.

Le informazioni di dettaglio sui soggetti beneficiari, la tipologia di spese ammissibili, l'entità dell'agevolazione, la presentazione delle domande, nonché i criteri di valutazione sono indicati nel Decreto direttoriale del 3 ottobre 2022, scaricabile al link https://www.marchicollettivi2022.it/come-accedere-alle-agevolazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Made in Italy, un bando per la promozione dei marchi all’estero: stanziati 2,5 milioni di euro. Al via le domande

ForlìToday è in caricamento